Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coronavirus, al via i test sierologici all'autostazione Tibus: il primo pullman arriva dalla Romania

Le immagini dalla postazione sanitaria allestita dentro la stazione degli autobus per effettuare i test sierologici a chi proviene da Romania, Bulgaria e Ucraina

 

Prima la presa della temperatura corporea a tutti i passeggeri a bordo. Poi, con l’aiuto di un mediatore culturale, viene spiegata la possibilità di fare su base volontaria il test rapido per il Covid-19 presso il presidio sanitario allestito ad hoc da medici e infermieri dell’Istituto Lazzari Spallanzani di Roma.

Sono partiti mercoledì 29 luglio, i primi test sierologici per chi arriva nella Capitale da alcuni paesi dell'est Europa (Romania, Bulgaria ed Ucraina), all'autostazione Tibus. I primi a Roma, sono stati tre passeggeri a bordo di un pullma proveniente dalla Romania. Sul posto anche l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato: “Seguamo la curva dei contagi e di conseguenza è importante effettuare questo lavoro, per la sicurezza di chi viaggia ma anche dei cittadini di Roma”.

Resta obbligatoria la quarantena domiciliare di 14 giorni, anche per chi fa il test: “Questo è quanto viene indicato dall’ordinanza del Ministero - risponde D’Amato -. Per chi non ha la possibilità di farlo in un luogo sicuro ci sono le strutture ricettive che abbiamo messo a disposizione fin dall’inizio dell'emergenza”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento