Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Quando la pandemia ti fa cambiare orizzonte. L'idea di Francesco, stampare in verticale per dare vita ai muri

La voglia, ma anche la difficoltà, di resistere alla pandemia con l'avvio di una nuova impresa. La storia di Francesco e della sua famiglia

 

Lo sconforto del primo lockdown. Quando il mondo si è fermato per la prima volta e, in alcuni casi, spento le speranze per il proprio futuro. Poi la voglia di reagire e la ricerca di un’idea, quella che può provare a dare un nuovo impulso alla propria vita e un guadagno in grado di far vivere senza troppi pensieri la propria famiglia.

Questa è la storia di Francesco Michelon, 35 anni anni, nato a Roma ma cresciuto in Germania, dove si è formato come tipografo. Un lavoro che gli ha dato molta soddisfazione ma che poi ha abbandonato per dedicarsi al volontariato umanitario in giro per il mondo. Poi il ritorno in Italia, l’incontro con sua moglie Adriana e la nascita del piccolo Pietro: “Tanti vanno all’estero per trovare nuove opportunità - spiega Francesco -, io ho fatto il viaggio contrario perché volevo tornare a casa mia, ma malgrado l’esperienza e le cinque lingue straniere che parlo non è stato facile trovare un lavoro”.

Da due anni è impiegato in un call center part time, ma con 800 euro al mese è difficile andare avanti. “Ho sempre sperato di trovare un lavoro migliore ma l’arrivo del primo lockdown mi ha dato un enorme sconforto - racconta -, quindi ho iniziato a fare delle ricerche su internet e mi sono imbattuto in questa stampate, ho ricordato il mio lavoro da tipografo ed ho deciso di lanciarmi”.

Da qui nasce la sua Mik Wallprint, impresa individuale ancora agli inizi, che punta ad “abbellire le case delle persone, dare loro una gioia”, dice Francesco. Una nuova tecnologia che stampa in verticale, direttamente sulla parete, immagini ad altissima risoluzione. “Non è stata una scelta facile investire in questo periodo, ma spero di portarla avanti e che le cose vadano per il meglio”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento