rotate-mobile

VIDEO | Parco di Centocelle, il sopralluogo per verificare l'avanzamento della bonifica

Presenti i due mini sindaci del V e del VII municipio insieme al dipartimento Ambiente e Polizia locale: malgrado i controlli dentro gli autodemolitori bruciati compaiono auto "nuove"

Non sarà una cosa rapida. E nemmeno semplice. Questa è la cosa che si può certamente confermare dopo il sopralluogo avvenuto stamattina, mercoledì 29 marzo, nell’area del parco di Centocelle coinvolta nell’incendio dello scorso luglio.

Gli sfasci ancora lì, la bonifica che non c'è: sulla Togliatti dopo il maxi incendio tutto è fermo

Presenti insieme ai presidenti Mauro Calliste (V municipio) e Francesco Laddaga (VII municipio) agenti della Polizia locale, dipartimento e assessorato all’Ambiente. “Vogliamo rassicurare i cittadini che i controlli avvengono quasi quotidianamente affinché l’ordinanza del sindaco venga rispettata - dice Laddaga -. Presto ci sarà un incontro pubblico con una rappresentanza di cittadini e associazioni, insieme all’assessora Alfonsi, per spiegare quanto è stato fatto e quello che invece c’è ancora da fare”. E certamente interessa maggiormente la seconda parte tra chi vive con il balcone “vista” viale Palmiro Togliatti, e i tanti che da anni si battono per ottenere il parco archeologico di Centocelle: “Quello che stiamo facendo è incalzare l’amministrazione comunale affinché ci siano tempi certi, anche per la parte che riguarda i lavori previsti all’interno dell’area del Parco, come la bonifica del canalone ad esempio - spiega Caliste -. Certo non si può pensare che si faccia subito tutto quello che non è stato fatto in 20 anni”.

VIDEO | La bomba ecologica è esplosa: l'incendio brucia anche tonnellate di rifiuti nell'area dell'ex Casilino 900

E mentre si passa dal lato del parco per vedere la situazione interna agli autodemolitori, sono ben visibili le auto depositate qui post incendio. E di certo non dovrebbero esserci. Eppure vengono "consegnate" tra questi spazi iin barba ai divieti e, a quanto pare, ai controlli da parte dei caschi bianchi. “Bisogna velocizzare la bonifica, è quello che ripeto alla rappresentanza dei rottamatori che incontro da quando è avvenuto l’incendio - conclude Caliste -. E va fatto entro l’estate”. Anche perché, senza la pulizia completa delle aree, Arpa non può nemmeno iniziare ad eseguire le analisi.

Video popolari

RomaToday è in caricamento