Giovedì, 5 Agosto 2021

VIDEO | Rifiuti, la differenziata che non c'è. Un operatore Ama racconta il sistema del porta a porta

Abbiamo chiesto ad un operatore Ama, in servizio sul sistema di raccolta porta a porta, come funziona e se davvero almeno in questo caso i rifiuti vengono differenziati

Doveva essere un successo, ma non lo è. Quel sistema tecnologico e futuristico in grado di portare Roma a percentuali inimmaginabili fino a qualche anno fa. Ma a pochi mesi dalla fine del primo mandato della sindaca Virginia Raggi, i dati della raccolta differenziata sono addirittura peggiori rispetto al suo insediamento.

E se non basta vedere il disastro che insiste ormai da settimane per le strade della città, a raccontarci come viene gestito il sistema di raccolta porta a porta, esistente solo in pochi quartieri della città, è un operatore Ama.

In servizio da 15 anni nella municipalizzata ai rifiuti di Roma, da tempo da fa parte anche di Lila (Laboratorio idee lavoratori Ama), una pagina social in cui i lavoratori mostrano le criticità del servizio di raccolta. Ma per timore di perdere il proprio posto di lavoro preferisce restare anonimo.

E sul porta a porta che, malgrado l’attuale crisi in molti quartieri ha continuato a funzionare abbastanza bene, questo lavoratore ha molto da dire: “Siamo costretti a raccogliere anche il contaminato, Ama non ci fornisce gli strumenti per segnalare agli utenti l’errato conferimento e così troviamo plastica, carta, vetro anche nell’indifferenziato e dobbiamo raccogliere”. Perchè? “Questo solo l’azienda può dirlo”, risponde il lavoratore. Una risposta, assolutamente ipotetica, potrebbe essere la necessità di mostrare che almeno questo sistema, su cui si regge “l’ultima difesa” di Raggi e della sua assessora ai Rifiuti Katia Ziantoni, non sia così inefficiente.

Ma che fine ha fatto tutto l’aspetto tecnologico che stava alla base della nuova pap? I cassonetti intelligenti, i lettori dei codici attribuiti a bidoncini o sacchi collegati all’utente? “Mai usati - continua il dipendete Ama -, per quanto siano stati installati in tutti i mezzi Ama in fretta e furia". "Questo è davvero un peccato - conclude -, perchè il sistema di raccolta stradale è fallimentare e solo la differenzata, fatta bene, può salvare Roma da questa situazione di emergenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Rifiuti, la differenziata che non c'è. Un operatore Ama racconta il sistema del porta a porta

RomaToday è in caricamento