Il liceo Machiavelli di Roma aspetta ancora i banchi: "Senza, lezioni in presenza a classi alternate"

La difficile ripartenza delle scuole, tra la grave assenza dei banchi monoposto promessi e l'attenzione nel mantenere il distanziamento tra gli studenti. Ecco come si sta preparando il Liceo Macchiavelli di Roma

“In due delle nostre sedi mancano completamente i banchi monoposto, ne abbiamo richiesti 800”. Inizia così Elena Zacchili, dirigente scolastico del Liceo Machiavelli di Roma, a piazza Indipendenza e a pochi passi dalla stazione Termini. Una zona più che centrale della città, a testimonianza del fatto che le difficoltà legate alla ricezione dei banchi è più che trasversale.

Con soluzioni alternative da cercare e mettere in campo il prima possibile. L’ottimizzaizone degli spazi, l’utilizzo dei banchi biposto per un singolo studente, o due per tre studenti, in spazi come la palestra e le aule magna. Ma anche l’orario scaglionati di ingresso e uscita, lezioni in presenza a classi alternate. “Abbiamo passato un’estate di duro lavoro, io e i miei collaboratori, per cercare di trovare la migliore soluzione possibile - spiega Zacchilli -. Un processo davvero complesso, alcune problematiche sono state segnalate addirittura ad giugno ma non è mai stata trovata una soluzione tra gli enti che, probabilmente, non hanno saputo coordinarsi tra loro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Il liceo Machiavelli di Roma aspetta ancora i banchi: "Senza, lezioni in presenza a classi alternate"

RomaToday è in caricamento