rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022

VIDEO | "Ormai ridotti in mutande", la protesta dei lavoratori della montagna e del wedding

Un centinaio i partecipanti alla manifestazione organizzata da Autonomi e Partite Iva a piazza del Popolo. Accanto a imprenditori e lavoratori del settore montagna e wedding, l'attrice Sandra Milo

"Metro piene e montagne vuote", "Lavoro negato" e "Dimenticati ma tassati" sono solo alcuni dei cartelli esposti nella mattinata di oggi, giovedì 8 aprile, nel corso della manifestazione organizzata dal coordinameto Autonomi e Partite Iva a piazza del Popolo. Un presidio che non vuole chiedere al governo solo interventi di ristoro, ma iniziative concrete per la riapertura delle attività. Questo è quello che chiede a gran voce Luigi, imprenditore del settore montagna, dall'Abruzzo a Roma ci arriva letteralmente "in mutande": "Vogliamo lavorare, siamo al collasso. Per noi non lavorare i quattro mesi invernali significa una perdita del 100%".

Mentre una sposina si aggira tra i manifestanti: "Vendo abiti da cerimonia, mi permettono di tenere il negozio aperto ma senza matrimoni non lavoro - spiega la titolare di un Atelier di Pescara  -. Chiediamo che venga applicato anche a noi il protocollo valido per le crociere. Ovvero i tamponi rapidi in contesti ampi che garantiscano il distanziamento. Si può fare e noi siamo pronti". 

"Il Governo deve riconoscere l’80% di perdite di fatturato mensili, fondi che devono però essere versati in tempi rapidi e non una tantum - dice Eugenio Filograna, presidente di Autonomi e Partite Iva -, questo è l’unico modo perché un milione di aziende non chiuda, lasciando a casa i loro dipendenti”. "Madrina" della manifestazione, l'attrice Sandra Milo: "Draghi faccia un atto di coraggio, apra tutto". 

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | "Ormai ridotti in mutande", la protesta dei lavoratori della montagna e del wedding

RomaToday è in caricamento