VIDEO | Giornalista aggredito da un no-vax, i colleghi scendono in piazza: "Basta violenze contro di noi"

La manifestazione organizzata al Pantheon dall’associazione di giornalisti videomaker GvPress all’indomani dall’aggressione subita dal collega de La Repubblica. Presenza trasversale della politica che condanna le violenze

“Se anche un bidello di 57 anni pensa di essere libero di poter picchiare violentemente un giornalista, davanti alle forze dell’ordine e alle telecamere di sorveglianza che solo un ministero può avere, allora qualcosa nel Paese sta veramente cambiando".

Francesco Giovannetti, giornalista videomaker per il gruppo Gedi e La Repubblica, racconta via Skype quanto accaduto davanti al Miur la mattina di lunedì 30 agosto. La vile aggressione che ha portato i suoi colleghi, uniti sotto l’associazione GvPress, di scendere in piazza l’indomani per chiedere "stop alle violenze".

Ed è stata trasversale la solidarietà dal mondo della politica che ha raggiunto i giornalisti, per una volta dalla parte dei manifestanti, davanti al Pantheon: il sottosegretario Ivan Scalfarotto, il presidente del Movimento cinque stelle Giuseppe Conte, i candidati sindaco del Comune di Roma, Roberto Gualtieri e Carlo Calenda e la prima cittadina Virginia Raggi. Per citarne alcuni.

“Siamo qui per chiedere alle istituzioni e ai cittadini di permetterci di lavorare - dice la presidente di GvPress, Cristina Pantaloni -, siamo aperti alle critiche come tutti, ma cosa ben diversa è tornare a casa con il volto tumefatto come è accaduto a Francesco".

Presenti anche le istituzioni di categoria come Paola Spadari, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Lazio e Raffaele Lorusso, segretario generale della Federazione nazionale della stampa italiana.

Per Giovannetti 15 giorni di prognosi per un lieve trauma cranico e una sospetta micro frattura ad uno zigomo. “Poteva andarmi molto peggio - spiega il cronista -, dico ai colleghi di fare attenzione e di restare uniti in queste circostanze”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Giornalista aggredito da un no-vax, i colleghi scendono in piazza: "Basta violenze contro di noi"

RomaToday è in caricamento