Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Solidarietà, l’orto che fa incontrare detenuti in scadenza di pena e i bimbi delle occupazioni

Al via l’Orto solidale, iniziativa promossa dal Centro oratori di Roma e Medicina solidale: centro estivo per i bambini che vivono nelle occupazioni

 

Parola d’ordine: solidarietà. Ma anche accoglienza, socialità, incontro. Questo quanto accade nella struttura di Isola Solidale a partire da oggi, martedì 18 giugno, in via Ardeatina. Un’opportunità di crescita, formazione e attività estiva a beneficio di oltre 50 bambini provenienti per lo più dall’occupazione Spin Time Labs di via Santa Croce in Gerusalemme, balzata agli onori della cronaca per la riaccensione della corrente elettrica da parte dell’elemosiniere del Papa, Konrad Krajewski, lo scorso 12 maggio.

I piccoli che in questi giorni prenderanno parte al campo estivo "Bambini al centro è promosso dall'associazione Medicina Solidale e dal Centro oratori romani con il sostegno di McDonald's e Comunità e Servizi srl.

Un momento di incontro e formazione che non va a beneficio solo dei bambini,. L’Isola solidale infatti da oltre 50 anni a Roma accoglie i detenuti (grazie alle leggi 266/91, 460/97 e 328/2000) che hanno commesso reati per i quali sono stati condannati e che si trovano agli arresti domiciliari, in permesso premio o che, giunte a fine pena, si ritrovano prive di riferimenti familiari e in stato di difficoltà economica. “Sono loro a curare l’orto, a preparare la merenda e a seguire i bambini nelle loro attività - spiega Alessandro Pinna, presidente di Isola solidale - quindi questo progetto a un duplice aspetto. Da un lato i più piccoli imparano il rispetto della natura, dall’altro a chi è in situazione di fine pena un’opportunità di incontro con la società esterna”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento