VIDEO | Il soccorso in ambulanza torna pubblico: 33 nuovi mezzi e 450 assunzioni per Ares 118

La presentazione del percorso di internalizzazione del soccorso di emergenza per Ares 118, con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti

Al via il piano di internalizzazione di Ares 188, quello del soccorso di emergenza che, nel giro di due anni, tornerà totalmente pubblico. Alla presentazione di stamattina, mercoledì 30 giugno, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, l’assessore regionale Alessio D’amato, e il direttore generale di Ares 118, Paola Corradi.

“Una giornata epocale per l’investimento che l’azienda e la Regione Lazio hanno impiegato - dice Corradi -. Iniziamo con 33 nuove ambulanze e circa 450 assunzioni tra medici, infermieri e barellerei. Così copriamo il 70% del servizio, che diventerà poi totale, a beneficio della qualità che saremo in grado di offrire alla cittadinanza”. “Questo è uno dei risultati dell’essere usciti dal commissariamento sanitario - spiega Zingaretti -. Più investimenti per un servizio pubblico che funziona e salva vite umane”.

La flotta di Ares 118, l'azienda sanitaria che si occupa del trasporto in emergenza dei malati nella Regione Lazio, è di 239 ambulanze, distribuite su tutta Regione. Fino a ieri il 47% di queste era appaltato a ditte private ma con l'immissione dei 33 nuovi mezzi presentati, il numero dei mezzi di proprietà della stessa Ares è in crescita.

"A Roma- ha chiarito l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato- il servizio nelle prossime settimane sarà gestito solo da Ares 118. Resta solo una piccola quota prevista dalla legge per le associazioni di volontariato. Ma la ditta Heartlife che ha vinto l'appalto in passato sui servizi esterni entro pochi mesi dovrà cessare l'attività. Oggi i servizi esterni ci costano circa 20 milioni l'anno".

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Il soccorso in ambulanza torna pubblico: 33 nuovi mezzi e 450 assunzioni per Ares 118

RomaToday è in caricamento