Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | La fase due dei centri estetici, la cura della bellezza tra barriere in plexiglass e visiera protettiva

Siamo andati in un centro estetico di Nuova Ponte di Nona per vedere con quali misure di sicurezza ha potuto riprendere l’attività

 

“Riaprire è stato emozionante come il primo giorno di scuola per me, e questo accade quando ami quelli che fai”. Alessandra Quattrini è la titolare di un centro estetico a Nuova Ponte di Nona, quartiere della zona est di Roma. Roma Today ha scelto di visitarla per vedere da vicino in che modo è riuscita ad organizzare la riapertura per la fase due dell’emergenza Coronavirus.

Presa della temperatura all’ingresso del cliente, gel disinfettante, mascherine e visiera protettiva, le barriere in plexiglass alla casa e alle postazioni per la cura di unghie e mani “L’investimento è stato ovviamente su tutto quello che occorre, come previsto dalle linee guida Inail, per garantire la sicurezza e la distanza - spiega Quattrini -, ma ero già abbastanza preparata sulla pulizia, come sanificazione dei locali e sterilizzazione degli strumenti di lavoro, come tutto il settore dell’estetica è tenuto a fare da sempre”. 

“Due mesi senza lavorare è stato davvero difficile - conclude -, ma ora sono pronta a ricominciare sperando che questo momento passi il più velocemente possibile”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento