Venerdì, 19 Luglio 2024

VIDEO | Dentro l'ex dogana e la sua nuova vita. Il primo edificio riqualificato apre al pubblico

Con una lunga giornata di eventi la struttura ormai pronta e che ospiterà Accademia italiana, giovedì 6 luglio ha aperto le porte al quartiere e ai tanti studenti

Installazioni artistiche, video arte, fashion show, ma anche Swap party e Disco soup. Queste le attività con cui la ex dogana di San Lorenzo, oggetto di un grosso intervento di rigenerazione urbana, ha aperto le sue porte a studenti e al quartiere. Pronto il primo edificio, che ospiterà Accademia italiana: 2500 metri quadrati dedicati all’alta formazione, con pannelli solari sul tetto e soluzioni green, all’interno del complesso che risorgerà grazie alla sinergia con The Social Hub, catena olandese dell’accoglienza che nello spazio ha avviato i cantieri per la costrizione dello Student Hotel.

Da discoteca a studentato di lusso: la "rigenerazione urbana" che spaventa San Lorenzo

“Qui sorgerà un vero proprio campus - spiega Livia Di Nardo, campus manager di Accademia italiana - e siccome portiamo avanti valori legati all’inclusione, all’economia circolare e alla sostenibilità, sono concetti che non potevano mancare in questa giornata di apertura. Nel futuro sarà un luogo aperto al quartiere, dove artisti e designer sarano i protagonisti”.

Lo Swap party, in partnership con Remake, Bio Fashion Lab e Fashion Revolution Italy, è un’occasione di scambio, confronto e conoscenza per rendere la moda sostenibile. “Proviamo a mostrare che per come funziona ora non è più sostenibile - spiega Debora Florio, fondatrice di Bio Fashion Lab -. Qui ci sarà una mostra permanete dedicata ai lavoratori dell’industria tessile, ma anche un luogo di scambio e baratto di vestiti in nell’ottica di economia circolare. Ma non solo, stiamo portando avanti una raccolta firme proprio per chiedere un intervento del Parlamento europeo per disciplinare l’industria a tutela dei lavoratori”.

VIDEO | Viaggio a San Lorenzo, quartiere in lotta contro la gentrificazione

Per il cibo c'è Disco soup, in partnership con Inspire, ReCup, Slow food young network Roma ed Ètico, contro lo spreco alimentare: “Recuperiamo il cibo dai mercati rionali prima che venga scartato - spiega Gaia Maronilli di Slow food young network Roma -. Lo selezioniamo e lo cuciniamo per l’occasione, dando vita ad un aperitivo circolare”.

Video popolari

RomaToday è in caricamento