Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | A Tor Bella Monaca si va “Sotto la superficie” con il nuovo ecomurale firmato Lucamaleonte

Promosso dalla no profit Yourban2030 all’interno del programma Rif Museo delle Periferie di Azienda speciale Palaexp, con il patrocinio del VI Municipio di Roma Capitale e il supporto di Findus Italia

Roma ha un nuovo ecomurales. Inaugurato nella tarda mattinata di oggi, giovedì 10 giugno, è il primo ad apparire sui muri di un palazzo di edilizia popolare nel quartiere italiano con la maggiore concentrazione di alloggi popolari, Tor Bella Monaca, per lanciare un messaggio: il diritto alla bellezza è dignità e la dignità è un diritto. 

L’opera si trova in via Agostino Mitelli e si chiama “Sotto la superficie”, firmata da Lucamaleonte. Un'intera parete di colori in omaggio alla biodiversità del mondo marino. “Dopo la recente Venere a favore della prevenzione a Garbatella, con Komen Italia e Castel Romano Outlet, siamo molto orgogliosi di proseguire la mission di Yourban2030 a Roma, a Tor Bella Monaca, andando a insistere per la prima volta sulla facciata di un palazzo popolare che abbiamo ripristinato e reso tela urbana di questa nuova opera” dice Veronica De Angelis, presidente di Yourban2030.

Un lavoro che ha visto la partecipazione dei bambini che vivono i lotti e che fanno già parte del progetto Coloronda di Mario Cecchetti, del CHEntro sociale di Tor Bella Monaca, che per settimane contemporaneamente alla realizzazione dell’opera di Lucamaleonte ha sviluppato con i più piccoli percorsi creativi di “baby” street art nel quartiere, costruendo di fatto, una nuova toponomastica più a dimensione di bambino.

“Grazie a Coloronda ora ogni palazzo ha un pesce dipinto sui muri - conclude De Angelis -, possiamo provare a immaginare che questi edifici che fino a oggi son stati chiamati R1, R4 ecc, diventino l’angolo del delfino, della poseidonia, del cavalluccio marino e così via. Questa è la riqualificazione urbana che vogliamo promuovere”.

“Il murale rappresenta un branco di pesci di diverse specie, molte delle quali provenienti dal Mediterraneo, a sottolineare la biodiversità presente sul nostro territorio - spiega Lucamaleonte -. Nonostante i colori dei pesci siano molto simili tra loro, sono le forme a differenziarli. L’idea del banco di pesci di diverse specie è proprio funzionale alla idea di diversità, ma di unione allo stesso tempo. Il titolo richiama alla realtà delle cose della natura che spesso sono nascoste”.

"Sotto la superficie" è dipinto con Airlite, una tecnologia che si applica come una pittura su qualsiasi superficie trasformando ogni parete in un depuratore naturale, riducendo gli ossidi di azoto, principale causa di morte derivante dall’inquinamento dell’aria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | A Tor Bella Monaca si va “Sotto la superficie” con il nuovo ecomurale firmato Lucamaleonte

RomaToday è in caricamento