rotate-mobile

VIDEO | Povertà e buoni spesa mai arrivati, l'urlo di San Basilio: "Non c'è più tempo"

Dal presidio di protesta in pazza "della balena" al centro popolare dove si fa la raccolta e la distribuzione dei pacchi alimentari. San Basilio alza la voce, sperando che dal Campidoglio qualcuno ascolti

“Non c’è più tempo”. Questo quello che arriva da San Basilio. Un urlo carico di rabbia che, dal presidio di protesta organizzato nella mattinata di mercoledì 13 maggio nella piazzetta di via Morrovale, punta ad arrivare fino al Campidoglio. Mascherina sul viso, guanti e cartelli alle mani con la quale si vuole mandare un messaggio chiaro alla prima cittadina di Roma, Virginia Raggi: “Dove sono i buoni spesa?”.

Un quartiere periferico che soffre ormai da tempo una crisi che si è solo potuta aggravare con l’emergenza Coronavirus. Basti pensare a chi tirava avanti con un impiego saltuario, magari in nero, e che ora non ha di che sfamare la propria famiglia. Ma sono tanti i lavoratori che, rimasti in cassa integrazione, non hanno mai ricevuto alcun versamento.

“Questa è la crisi nella crisi per questo quartiere - spiega Davide Angelilli del Centro popolare San Basilio, mentre ci mostra i pacchi spesa pronti nella sede della scuola popolare per 50 famiglie -, il volontariato rischia di non essere più sufficiente, per questo stiamo chiedendo risposte, e veloci anche”.

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Povertà e buoni spesa mai arrivati, l'urlo di San Basilio: "Non c'è più tempo"

RomaToday è in caricamento