rotate-mobile

VIDEO | Aprono due case famiglia per disabili: primo progetto realizzato a Roma con i fondi del Pnrr

L'inaugurazione delle strutture a Vitinia. In totale saranno 30, due per municipio, da realizzare entro il 2026

Una casa in cui avviare il proprio percorso di autonomia, in cui fare anche formazione e inserimento lavorativo. Taglio del nastro a Vitinia, nel IX municipio di Roma, in cui sono stare inaugurate le prime due case famiglia per persone con disabilità grazie ai fondi del Pnrr.

A consegnare le chiavi dell’immobile di via Gemmano 12, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e l’assessora capitolina alle Politiche sociali e alla Salute, Barbara Funari. “Per me è una grande soddisfazione - dice Gualtieri -, ricordo la battaglia in Europa da ministro all'Economia per creare il Piano, per dare i fondi all’Italia in piena pandemia e ottenerli per Roma, da sindaco, a questi scopi. Non esiste ripresa senza il sociale, per questo è fondamentale che questi fondi possano costruire strutture e progetti come questi”.

Si tratta del primo progetto del Lazio, e uno dei primi in Italia, finanziato con i fondi del Piano nazionale di riprese e resilienza.  Un risultato che si è concretizzato grazie all’impegno dell’assessorato alle Politiche sociali che, il 30 marzo, ha provveduto a presentare al ministero del Lavoro la propria candidatura per 68 progetti, di cui 30 (due per ogni municipio) per investimenti rivolti a persone con disabilità per un totale di 21 milioni di euro.

“Questa inaugurazione - spiega l’assessora Funari - rappresenta un primo traguardo nella direzione di nuovi interventi a favore di persone con disabilità, che potranno essere sostenute nel loro percorso di autonomia e nella formazione anche universitaria. Il Pnrr rappresenta una risorsa importante di cui spesso i romani sentono parlare, ma sembra qualcosa di poco reale e lontano dalla vita di tutti i giorni. Questa casa dimostra concretamente l’opportunità che abbiamo di migliorare e aumentare i servizi”.

L’Amministrazione ha avviato una ricognizione delle strutture disponibili tra quelle acquisite a Patrimonio da Roma Capitale, inclusi eventuali immobili sottratti alla criminalità organizzata. E’ stato stipulato un accordo con l’azienda pubblica dei servizi alla persona, Asp Asilo Savoia, per la valutazione delle condizioni abitative, adeguamento degli spazi con interventi di ristrutturazione e attuazione di politiche integrate di interventi socio-assistenziali per i beneficiari.

Video popolari

VIDEO | Aprono due case famiglia per disabili: primo progetto realizzato a Roma con i fondi del Pnrr

RomaToday è in caricamento