Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Banchine del Tevere chiuse e abbandonate a fango e degrado: la gimkana di runner e ciclisti

Il tratto più critico all'altezza di Ponte Sisto a Trastevere, dove fango e detriti rendono difficile il passaggio di biciclette e pedoni

 

“Sono in corso verifiche tecniche a seguito della piena del fiume del 22 dicembre scorso”. Questo quanto si può leggere nella pagina web del Comune di Roma in cui viene ribadita la chiusura degli accessi alle banchine del tratto urbano del Tevere.

Eppure sono passati ormai dei mesi dalla piena. Tanto che sono in molti, tra ciclisti e corridori, che scelgono di percorrere questo tratto di ciclabile malgrado la situazione in cui versa in alcuni tratti. La parte più critica è quella proprio sotto Ponte Sisto, a Trastevere, dove si può trovare un muro di fango: “Ora si riesce a passare perché si è asciugato e nel mezzo si sono formate una paio di 'corsie' - spiega un ciclista incontrato proprio sul posto -, ma fino alla scorsa settimana era completamente impraticabile”. “Un posto incantevole dove passeggiare e fare attività fisica, peccato sia ridotto così”, sottolineano due ragazze intercettate mentre facevano jogging. 

banchine_chiuse-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento