Coronavirus, Roma pronta al Vax-Day: al via la somministrazione dei vaccini

Nel Lazio coinvolti 955 operatori sanitari. 280 nelle province, 560 a Roma

foto Epa:STEPHEN BRASHEAR)

Vaccino antiCovid ci siamo. Dopo l’arrivo in Italia scortate dai miliari dal Belgio sino all’istituto Spallanzani di Roma, le dosi di vaccino Pfizer-Biontech verranno somministrate a Roma, come nel resto del Paese e d’Europa, in quello che simbolicamente passerà alla storia come V-Day. Così come le immagini del furgone scortato dai militari che dagli stabilimenti di Puurs in Belgio, ha attraversato il confine con l’Italia per arrivare alla caserma Salvo D’Acquisto dei carabinieri a Tor di Quinto. Poi la scorta sino allo Spalanzani, con le prime 9570 dosi di vaccino accolte dall’applauso dei medici. 

V-Day che partirà dall’ospedale Spallanzani e vedrà coinvolti nel Lazio 955 operatori sanitari, 280 nelle province, 560 a Roma, 115 tra le unità mobili Uscar e l'Ares. Le Asl e le aziende ospedaliere partiranno nei due giorni a seguire. A Roma saranno 210 le dosi di vaccino anti Covid nelle tre Asl di competenza (Roma 1, Roma 2 e Roma 3), altre 120 nelle tre Asl della provincia mentre negli ospedali della capitale, complessivamente, saranno disponibili 320 fiale del vaccini. Nel Lazio verranno consegnate 955 fiale.

"Le prime dosi del vaccino anti-covid sono arrivate a Roma, allo Spallanzani. È un messaggio di fiducia che si irradia in Italia e in Europa. Grazie al ministro Roberto Speranza, alla struttura commissariale di Arcuri, alle forze armate e a tutti gli operatori sanitari", scrive su twitter il premier Giuseppe Conte.

V-Day all'ospedale Spallanzani

Alle 7:00 di domenica 27 dicembre il V-Day inizierà simbolicamente all'ospedale Spallanzani di Roma, prima ad essere vaccinata sarà un'infermiera, la romana Claudia Alivernini, 28 anni, laureata in scienze infermieristiche, volto simbolo del personale sanitario in prima linea da mesi nella battaglia contro il coronavirus. Poi altri quattro vaccinati, un operatore socio-sanitario, una ricercatrice e due medici, le prime dosi previste verranno somministrate agli operatori che poi saranno a loro volta vaccinatori. 

Vaccino all'ospedale San Camillo De Lellis

Il 28 dicembre verranno somministrati i primi vaccini al personale sanitario nelle province del Lazio nord, Rieti e Viterbo. Questi i primi 5 operatori a cui verrà somministrato il vaccino nella provincia di Rieti all'ospedale San camillo De Lellis: Sara Miele, infermiera, Elio Naviganti, infermiere, Sara Di Sabantonio, infermiera, Donatella Novelli, infermiera e Massimiliano Angelucci, medico. 

Vaccino all'ospedale Belcolle

Questi i primi 5 operatori a cui verrà somministrato il vaccino nella provincia di Viterbo, all'ospedale Belcolle: Paola Perugi, infermiera, Silvia Acquilanti, medico, Giulio Starmini, medico, Giuseppe Cimarello, medico ed Elisa Santori, medico. Martedì 29 dicembre verranno somministrati i primi vaccini al personale sanitario nelle province del Lazio sud, Frosinone e Latina. 

Vaccino all'ospedale Spaziani

Nella provincia di Frosinone, all'ospedale Spaziani i cinque operatori sanitari saranno: Antonella Campana, medico specializzando, Franca Nardone, oss, Paolo Ceccano, infermiere, Marina Sebastiani, medico ed Eugenio Giangrande, medico.

Vaccino all'ospedale Santa Maria Goretti 

Infine, i primi 5 operatori a cui verrà somministrato il vaccino nella provincia di Latina, all'ospedale Santa Maria Goretti: Serena Freguglia, infermiera, Francesca Maggiarra, infermiera, Irene Fanuli, medico, Tiziana De Filippis, infermiera, e Giulia Restuccia, medico.

Distribuzione nel Lazio

Nel Lazio le dosi disponibili saranno 955. Il 28 dicembre i vaccini saranno somministrati nell'Asl di Rieti (40 dosi), Asl di Viterbo (40 dosi), Asl Roma 1 (80 dosi), Asl Roma 2 (80 dosi), Asl Roma 3 (50 dosi), Campus Bio-medico (20 dosi), Gemelli (50 dosi), ospedale pediatrico Bambino Gesù (30 dosi), Tor Vergata (30 dosi), Umberto I (50 dosi) e Sant'Andrea (20 dosi). il 29 dicembre all'Ifo (30 dosi), San Camillo (50 dosi), San Giovanni (40 dosi), Asl di Frosinone (40 dosi), Asl di Latina (40 dosi), Asl Roma 4 (40 dosi), Asl Roma 5 (40 dosi), Asl Roma 6 (40 dosi) e Ares 118 (15 dosi).

Piano vaccini Coronavirus

Dall'istituto Epidemilogico Spallanzani, una parte dei vaccini sarà trasportata a Pratica di Mare dove 5 aerei (due C27J dell'Aeronautica, due Dornier Do. 228 dell'Esercito e un P-180 della Marina) raggiungeranno le mete più lontane. I restanti vaccini raggiungeranno le destinazioni via terra con un impegno complessivo di 60 autoveicoli e circa 250 militari. Le successive dosi di Pfizer, così come previsto dal Piano vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni. 

Nella seconda fase, non appena disponibili i vaccini di tipo "cold" delle altre case farmaceutiche (AstraZeneca, Moderna, etc), le Forze Armate in base alle indicazioni fornite dal Commissario Straordinario saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento