rotate-mobile
Attualità

Vaccini nel Lazio, mancano dosi Pfizer: Regione stoppa le somministrazioni per fascia 12-16 anni

D'Amato: "La decisione inevitabile scaturisce da una situazione oggettiva in tutta Italia"

Nel Lazio si fermano, almeno fino a dopo Ferragosto, le somministrazioni per la fascia di età 12-16 anni. A dirlo, in una nota congiunta, sono l'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato, il Segretario della FIMPe, Teresa Rongai, Segretario regionale della federazione CIPe-SISPe-SINSPe, Teresa Mazzone: "A causa della riduzione nazionale di Pfizer, a luglio rispetto a giugno, non sarà possibile al momento poter garantire in maniera continuativa la fornitura ai Pediatri di libera scelta per la fascia d'età 12-16 anni".

Le somministrazioni potranno avvenire con regolarità a partire da dopo Ferragosto in poi "presso il proprio pediatra, a cui verranno inviate tutte le dosi necessarie, corrispondenti alle prenotazioni, consigliamo in questa fase di raccogliere le disponibilità delle famiglie", si legge nella nota.

La decisione, che D'Amato definitisce "inevitabile", "scaturisce da una situazione oggettiva in tutta Italia". "Ricordiamo che fino ad ora nella fascia d'età 12-16 anni sono state fatte oltre 50mila somministrazioni, di cui oltre 40mila nei due recenti Open Junior di giugno, per le quali sono garantiti i richiami. Per le situazioni di particolare fragilità, i pediatri possono rivolgersi dall’Ospedale pediatrico Bambino Gesù", concludono D'Amato, Rongai e Mazzone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini nel Lazio, mancano dosi Pfizer: Regione stoppa le somministrazioni per fascia 12-16 anni

RomaToday è in caricamento