rotate-mobile
Attualità

Vaccini Lazio, Zingaretti annuncia nuovo hub: superate le tre milioni di somministrazioni

D'Amato: "I dati di oggi confermano la frenata del trend dell'incidenza. Roma ha 177 casi positivi". Domani martedì 25 maggio, alle ore 24, si aprirà l'ultima classe di età 40/43 anni (nati nel 1978/1981)

Il Lazio apre le prenotazioni per il vaccino anti Covid nelle farmacie (sempre in base alle fasce di età), taglia il traguardo delle 3 milioni di somministrazioni e - stando all'annuncio del Governatore Nicola Zingaretti - presto potrà contare su un nuovo hub. Insomma, la campagna vaccinale sembra procedere bene. Secondo i piani. 

"Presto aprirà l'hub dell'auditorium di Confindustria che ha messo a disposizione la propria sala convegni, un bel segnale perché anche questo sarà fatto come atto volontario per questa campagna vaccinale", ha detto Zingaretti, in occasione della riapertura della palestra della legalità a Ostia proprio mentre nel Lazio venivano superate le 3 milioni di somministrazioni con oltre 2 milioni di prime dosi e circa un milione di vaccinazioni completate. 

"Il 42,3% della popolazione target ha ricevuto almeno una dose di vaccino. - spiega l'assessore alla sanità laziale Alessio D'Amato - Un traguardo importante che raggiungiamo nel giorno di apertura delle prenotazioni in farmacia. Le somministrazioni in farmacia partiranno dal 1 giugno con il vaccino monodose J&J. Domani martedì 25 maggio, alle ore 24, si aprirà l'ultima classe di età 40/43 anni (nati nel 1978/1981) mentre confermo che giovedì 27 maggio partiranno le prenotazioni per i maturandi e le somministrazioni avverranno nei centri Pfizer martedì 1, mercoledì 2 e giovedì 3 giugno".

"I dati di oggi confermano la frenata del trend dell'incidenza. Roma ha 177 casi positivi, tra i numeri più bassi degli ultimi otto mesi", risultato - questo - ottenuto "senza dubbio" dalla campagna vaccinale sottolinea D'Amato che aggiunge: "Ora avanti tutta recuperando anche quelle incertezze sulla vaccinazione in alcune fasce di età. I medici di medicina generale faranno un recall fra coloro che non si sono vaccinati e che non risultano fra i prenotati. Questa operazione è molto importante, convincendo così alla vaccinazione gli utenti che abbiano ancora dei dubbi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini Lazio, Zingaretti annuncia nuovo hub: superate le tre milioni di somministrazioni

RomaToday è in caricamento