menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa

Foto Ansa

Vaccini, Ministero della Salute dà il via libera per AstraZeneca a over 65

Il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, ha firmato oggi la circolare che estende l'utilizzo del vaccino

Via libera del Ministero della Salute all'utilizzo del vaccino anti-Covid di AstraZeneca anche nei soggetti sopra i 65 anni di età, esclusi però i soggetti "estremamente vulnerabili" per particolari patologie. Lo prevede la circolare "Utilizzo del vaccino Covid-19 Vaccina AstraZeneca nei soggetti di età superiore ai 65 anni" firmata dal direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza.

Una notizia che, nelle prossime ore, sbloccherà anche l'iter per le prenotazioni del dosi nel Lazio, come spiega l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, ospite di Sky Tg24: "L'annuncio ci conforta, ci consente di procedere per classi d'età. Da stanotte a mezzanotte apriremo le prenotazioni per il vaccino anti-Covid agli over 70. La circolare del ministero della Salute - commenta D'Amato - fa chiarezza sul vaccino AstraZeneca, sull'efficacia, che è stata messa un po' in discussione. Ma riconcilia anche con l'indicazione dell'agenzia europea Ema, secondo cui questo vaccino è utilizzabile dai 18 anni in su. L'Italia si riallinea all'indicazione di Ema e per noi questo è importante".

Nella circolare del Ministero si spiega che "ulteriori evidenze scientifiche resesi disponibili non solo confermano il profilo di sicurezza favorevole relativo al vaccino in oggetto, ma indicano che, anche nei soggetti di età superiore ai 65 anni, la somministrazione del vaccino di AstraZeneca è in grado d'indurre significativa protezione sia dallo sviluppo di patologia indotta da Sars Cov-2, sia dalle forme gravi o addirittura fatali di Covid-19".

"Sulle basi di tali considerazioni, anche in una prospettiva di sanità pubblica connotata da limitata disponibilità di dosi vaccinali e alla luce della necessità di conferire protezione a fasce di soggetti più esposti al rischio di sviluppare patologia grave o addirittura forme fatali di Covid-19, il gruppo di lavoro su Sars-Cov-2 del Consiglio superiore di sanità ha espresso parere favorevole a che il vaccino AstraZeneca possa essere somministrato anche ai soggetti di età superiore ai 65 anni", continua la circolare.

"Tale indicazione non è da intendersi applicabile ai soggetti identificati come estremamente vulnerabili in ragione di condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici o per patologia concomitante che aumenti considerevolmente il rischio di sviluppare forme fatali di Covid-19. In questi soggetti, si conferma l'indicazione a un uso preferenziale dei vaccini a Rna messaggero", conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento