Attualità

Unioni civili, Roma in testa tra le città metropolitane: in 19 mesi 763 eventi

553 coppie di uomini e 210 coppie di donne. Tutti i dati forniti da Istat

Tra le città metropolitane Roma in testa alla graduatoria per le unioni civili. Lo comunica l'Istat. Dall'entrata in vigore della legge fino al 31 dicembre del 2017, nelle città metropolitane si è concentrato il 35,4% delle unioni civili avvenute in Italia (2.374 in totale). Roma è in testa con 763 eventi (553 coppie di uomini e 210 coppie di donne); valori simili si riscontrano a Milano con 621 eventi (489 e 132) e a Torino con 256 (187 e 69). Si tratta prevalentemente uomini (il 74,5% sul totale) e di cittadinanza italiana (quasi il 91% del totale). Tra le città del Mezzogiorno soltanto Napoli e Palermo mostrano valori di un certo rilievo (rispettivamente 114 unioni a Napoli e 60 a Palermo), nelle altre città del Sud e delle Isole si registrano invece quote percentuali al di sotto dell'1%.

In Italia a partire da luglio 2016 e fino al 31 dicembre 2017 sono state costituite 6.712 unioni civili (2.336 nel secondo semestre 2016 e 4.376 nel corso del 2017). Le unioni civili, costituite presso gli Uffici di Stato civile dei comuni italiani nel primo anno e mezzo di applicazione della norma, hanno riguardato prevalentemente coppie di uomini (1.720 unioni nel 2016 e 2.962 nel 2017, pari rispettivamente al 73,6% e al 67,7% del totale), mentre le unioni civili costituite tra coppie di donne sono state pari a 616 nel 2016 e 1.414 nel 2017 (sul totale rispettivamente 26,4% e 32,3%). 

Nel periodo considerato, il 70% delle unioni civili si e' concentrato in cinque regioni, con la quota piu' elevata in Lombardia (24,9% del totale nazionale), seguita da Lazio (15,5%), Piemonte, Toscana ed Emilia-Romagna (le prime due regioni con il 10,0% e la terza con il 9,7%), la geografia e' pressoche' invariata anche nel periodo successivo.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unioni civili, Roma in testa tra le città metropolitane: in 19 mesi 763 eventi

RomaToday è in caricamento