Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità

Ucraina, siglato un accordo per raccogliere farmaci da inviare nelle zone di guerra

L'intesa è tra Roma Capitale, Croce Rossa e Farmacap

Raccogliere farmaci e dispositivi sanitari per spedirli in Ucraina, dove la richiesta è ogni giorno più pressante, integrando la raccolta iniziata già dalla Croce Rossa Italiana. E' questo lo scopo della giunta capitolina, che ha siglato un'intesa con Farmacap e la stessa Cri per raccogliere nelle farmacie comunali il materiale necessario. 

L'iniziativa, fa sapere il Campidoglio, si inserisce nell'ambito delle azioni iniziate il 2 marzo con l'istituzione della task force guidata dall'assessora alle Politiche Sociali Barbara Funari: "Roma Capitale intende offrire un aiuto concreto all'impegno di Croce Rossa - fa sapere il comune in una nota -, favorendo la raccolta, nella rete di farmacie comunali della Capitale, di medicinali donati da privati.  All'interno delle farmacie Farmacap sarà posizionato un contenitore per il recupero del materiale sanitario e dei medicinali, con il logo dell'iniziativa. Croce Rossa di Roma si occuperà di ritirare il materiale presso le farmacie, di stoccarlo e di consegnarlo nelle zone individuate".

"Roma continua a mobilitarsi per essere vicina all'Ucraina - commenta il sindaco Gualtieri -. Ringrazio Croce Rossa Italiana e Farmacap per questo protocollo che favorirà la raccolta di farmaci e medicinali per la popolazione ucraina. Le romane e i romani stanno rispondendo con grande generosità a questa emergenza e questa intesa è un ulteriore tassello dell'impegno della nostra città. Dobbiamo continuare ad adoperarci per dare un forte e concreto sostegno a chi soffre la tragedia della guerra". 

"Croce Rossa di Roma sta supportando con i suoi volontari e con i comitati territoriali questa raccolta di farmaci che sono tra gli aiuti più urgenti da assicurare - spiega Barbara Diodati, presidente del comitato romano di Croce Rossa -. Siamo convinti che la grande generosità dei cittadini e la solidarietà di queste ore di fronte a questa drammatica emergenza e crisi umanitaria sarà all'altezza delle immense necessità a cui ci troviamo a fare fronte. Anche per questo l'impegno di oggi è fondamentale". "E' necessario che queste iniziative vengano supportate da protocolli istituzionali - le parole di Jacopo Marzetti, commissario straordinario di Farmacap - che diano la certezza assoluta che queste manifestazioni vadano a buon fine e che si svolgano in totale sicurezza. E proprio questo il senso dell'impegno che avviamo oggi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, siglato un accordo per raccogliere farmaci da inviare nelle zone di guerra
RomaToday è in caricamento