Tg Roma e Lazio, le notizie dell'11 gennaio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco i titoli e il Tg Lazio dell'edizione di oggi: www.dire.it

PROTESTA STUDENTI ROMANI: LAVORIAMO PER RIENTRO IN SICUREZZA

Lunedi' di protesta per le scuole di Roma. Centinaia di studenti hanno messo in atto una serie di azioni dimostrative davanti alle scuole per spiegare le ragioni dello sciopero dalla Didattica a distanza e per chiedere un rientro in sicurezza al piu' presto. Non piacciono i doppi orari di ingresso fissati dalla Prefettura, ne' agli studenti ne' ai docenti. Striscioni, cori e slogan anche davanti il ministero dell'Istruzione. Gli istituti superiori ripartiranno in presenza il 18 gennaio, come da ordinanza regionale, ma non e' escluso un ennesimo rinvio a causa dell'aumento dei contagi per Covid.

ORDINE MEDICI ROMA: PLATEAU IN LIEVE ASCESA, LAZIO RISCHIA 'ROSSO'

"Il Lazio sicuramente rischia 'l'arancione', ma un ingresso in zona 'rossa' non possiamo escluderlo". Lo ha detto oggi il presidente dell'Ordine dei Medici di Roma, Antonio Magi, spiegando che "in questo momento c'e' un plateau lievemente in ascesa e abbiamo un aumento del numero dei ricoveri. Questa sara' la settimana decisiva perche' vedremo i risultati delle feste natalizie". Intanto prosegue spedita la vaccinazione. Finora sono state oltre 71mila le dosi somministrate, di queste il 61 per cento alle donne e il 39 per cento agli uomini.

FREDDO, FEDERALBERGHI: DISPONIBILI AD ACCOGLIERE CLOCHARD

"Siamo disponibili ad accogliere le persone senza fissa dimora nelle nostre strutture, ma il Comune di Roma si faccia sentire, non possiamo sostituirci alle istituzioni". Con queste parole Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma, ha risposto all'appello lanciato dalla Comunita' di Sant'Egidio, che ha chiesto di mettere a disposizione per i clochard gli edifici pubblici e gli alberghi attualmente chiusi per il Covid-19, a fronte di un indennizzo. "Se il Comune di Roma ci chiama, noi siamo pronti- ha aggiunto Roscioli- ma si tratta di persone fragili e servono specifiche responsabilita' e competenze".

RIFIUTI, ECCO NUOVO REGOLAMENTO: ARRIVA ISPETTORE AMBIENTALE

l nuovo ispettore ambientale, l'aggiornamento delle sanzioni, la parte relativa al plastic free e il nuovo glossario per classificare le modalita' di raccolta. Sono i principali punti del nuovo Regolamento sulla gestione dei rifiuti urbani che questa mattina e' stato presentato e votato in commissione Ambiente del Comune di Roma. Il precedente regolamento comunale era datato 2005. La grande novita' e' quella dell'ispettore ambientale, una figura che avra' il compito di controllare il corretto conferimento dei rifiuti. Nel regolamento, inoltre, c'e' il divieto di conferire a Roma rifiuti di altri Comuni e l'obbligo di utilizzare sacchi trasparenti per l'indifferenziato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento