menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza Tevere

Piazza Tevere

Sdraio e prato inglese a bordo fiume: sotto Ponte Sisto tutto pronto per “Piazza Tevere”

Dal 5 settembre al 25 ottobre tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini, due banchine dedicate al relax, all'arte ed alla cultura. L'allestimento poi sarà trasferito sulla Riva Ostiense

Tavolini, sdraio, alberi e prato all’inglese sono stati sistemati sulle rive del Tevere. Non si tratta di Tiberis, la spiaggia in città che l’amministrazione cittadina, per il terzo anno, ha realizzato sotto Ponte Marconi.

Le banchine sul Tevere

Il nuovo allestimento, che dal 5 settembre al 25 ottobre sarà gratuitamente messo a disposizione dei romani, si trova in una zona più centrale. Per l’esattezza nel tratto compreso tra Ponte Mazzini e Ponte Sisto. Lì, grazie ad una sinergia attivata dal laboratorio progettuale Cesare Romiti di Agenda Tevere Onlus con l’Ufficio Speciale Tevere Roma, Zetèma e l'Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio (AIAPP), è stata creata “Piazza Tevere”.

Piazza Tevere

Quaranta alberi ripariali, sistemati in vaso sulle due banchine del fiume, sono stati sistemati su 4600 metri quadrati di prato, annaffiato da un sistema d’irrigazione a scomparsa. Garantirà la sopravvivenza del tappeto verde su cui sono state sistemate sedie, tavolini, sdraio, rigorosamente rossi. PErchè quello, hanno spiegato gli organizzatori, è un omaggio a Kristin Jones.

L’artista statunitense, con la sua associazione Tevereterno,  per oltre un decennio ha elaborato iniziative artistiche e culturali finalizzate al rilancio del principale fiume della Capitale. Un impegno, quello di Jones, che è culminato nel 2016 con l’inaugurazione di "Triumph and Laments", l'opera realizzata da William Kentridge sui muraglioni

Arte e cultura

Piazza Tevere, in effetti, nel suo essere uno spazio a disposizione dei cittadini, si configura come un centro di aggregazione, un punto di riferimento per iniziative culturali che, in un mese e mezzo di programmazione, si alterneranno in quello spazio. Non a caso, infatti, è stato disposto anche un piccolo palco.

Da Ponte Sisto ad Ostiense

L’allestimento sarà però temporaneo. Dopo il 25 ottobre infatti, gli organizzatori fanno sapere che “ i materiali installati nelle banchine lapidee tra Ponte Sisto e Ponte Mazzini, e quindi  il substrato di terriccio, il sistema di irrigazione, il manto erboso e gli alberi in vaso, saranno “trasferiti a Riva Ostiense sulla base di un progetto di riqualificazione di quell’area”. Nel frattempo però, potranno beneficiarne i romani che si recano al centro. In maniera gratuita, tutti i giorni dalle 11 alle 22 con un’apertura che, il venerdì ed il sabato, è destinata a protrarsi fino alla mezzanotte.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento