Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | I tassisti protestano in Campidoglio per l'assenza di wc: "La pazienza è come la pipi, prima o poi scappa"

Con le chiusure di bar e ristoranti a causa dei dpcm, per i tassisti quello di poter avere dei servizi igienici durante il turno di lavoro è diventato un vero e proprio problema: "Una delle tante promesse disattese da questa amministrazione"

 

In piazza del Campidoglio spunta un wc, mentre sulla scalinata davanti all’ingresso di palazzo Sanatorio, viene esposto un chiaro cartello indirizzato alla sindaca, Virginia Raggi: “La pazienza è come la pipi, prima o poi scappa”. E’ la protesta di un gruppo di tassiste e tassisti romani che nella mattinata di oggi, martedì 26 gennaio, ha voluto ricordare all’amministrazione comunale che un problema c’è, con i bagni pubblici chiusi e locali con le serrande abbassate per i dpcm. Un presidio di protesta organizzato da diverse sigle sindacali, tra cui Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Usb Taxi, Ubi e Ati Taxi.

La crisi dei taxi ai tempi del Covid

“L’impossibilità, per i tassisti, di compiere azioni basilari come soddisfare un bisogno fisiologico è soltanto l’inaccettabile e assurda goccia che fa traboccare il vaso - il segretario generale della Fit-Cisl del Lazio, Marino Masucci - si deve ascoltare la voce dei lavoratori in piazza, che denunciano l’assenza di attenzione da parte dell’amministrazione alle loro esigenze e difficoltà”.

Uno dei tanti problemi denunciato dai tassisti in un anno di pandemia: la mancanza delle mascherine, l’assenza di una programmazione che li vedremo al fianco del trasporto pubblico locale, la perdita di lavoro e quindi incassi mantenendo l’obbligo di garantire il servizio che, va ricordato, è pubblico.

“Senza dimenticare l’abusivismo che questa giunta si era impegnata a sconfiggere soprattutto nell’aeroporto di Fiumicino - dice Riccardo Cacchione di Usb Taxi -, inaccettabile ancora di più in questo periodo di pandemia dove ognuno di noi deve fare i conti col riuscire a garantire alla propria famiglia il pranzo e la cena”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RomaToday è in caricamento