menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il Tar contro la linea della Regione: sì ai privati per l'esecuzione dei tamponi molecolari

Ad impugnare la decisione della Regione Lazio il centro Altamedica. A giugno il Consiglio di stato aveva bloccato tutto

Il Tar del Lazio apre all'esecuzione dei tamponi molecolari per il Covid da parte dei privati. "Da oggi Altamedica li potrà eseguire", fa sapere all'agenzia Dire Claudio Giorlandino, direttore scientifico del centro Altamedica di Roma, commentando la sentenza di merito del tribunale amministrativo. "I cittadini potranno eseguire i test in tempi rapidi, senza file, e avere risposte nel giro di 24 ore, con la garanzia di massima affidabilità. I tamponi potranno essere eseguiti su prenotazione online, con richiesta del medico, anche in assenza di sintomi, a un prezzo inferiore rispetto a quello erogato dalle strutture private delle altre Regioni d'Italia".

La prima sentenza favorevole al centro sanitario privato era stata espressa dal Tar nel giugno scorso. La Regione Lazio aveva però avanzato ricorso al Consiglio di Stato che aveva espresso invece parere contratio. "Adesso con una sentenza di venti pagine, in considerazione delle mutate condizioni rispetto al mese di luglio e dell'enorme crisi del sistema pubblico, il Tar ha permesso ad Altamedica di eseguire i tamponi molecolari per il Covid", continua Giorlandino sostenendo di avere le tecnologie "per l'esecuzione di questi esami e per assicurare il più alto valore diagnostico". Ha spiegato: "Eseguiamo già tamponi di tipo antigenico, circa 500 al giorno: i test vengono eseguiti in orario serale, dalle 18 alle 23, per garantire l'assoluta protezione e separazione dei pazienti". 

Soddisfazione è stata espressa da Giuseppe Simeone, capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale del Lazio e presidente della commissione Sanità: "I giudici amministrativi hanno affermato come 'non vi sia ragione sanitaria alcuna per cui non debba essere svolto da più soggetti possibili". Continua il consigliere: "Ricordo che la commissione Sanità nella seduta del 1 settembre ed il Consiglio stesso, si sono pronunciati favorevolmente alla possibilità che i privati possano effettuare i tamponi molecolari. Già a giugno venne approvata una mozione che impegnava la Regione ad ampliare la rete Coronet Lazio agli operatori in possesso di requisiti di affidabilità scientifica, finalizzata a garantire lo svolgimento dei tamponi nasofaringei e orofaringei per la diagnosi del Covid".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento