Coronavirus, test dai privati: c'è chi se ne approfitta. E la Regione sospende una struttura autorizzata

La Regione: "Chi non rispetta la tariffa calmierata verrà escluso dall'elenco delle strutture autorizzate"

I tamponi rapidi nei laboratori privati, in alcuni casi, costerebbero più dei 22 euro concordati con la Regione Lazio. A Roma e provincia, infatti, qualcuno sembrerebbe volersi approfittare del prezzo calmierato concordato dopo l'intesa raggiunta dalla Regione con Aiop, Federlazio, Anisap e Unindustria.

Un'intesa che l'assessore alla sanità nel Lazio Alessio Amato lo scorso 28 settembre aveva così commentato: "E' un accordo importante che consentirà di ampliare l'attività di testing ad una tariffa calmierata e nella massima trasparenza". 

Questi test, tuttavia, in alcuni casi costerebbero più dei 22 euro stabiliti e quindi, non sarebbero così "trasparenti". Almeno nei costi.

"Ho pagato 50 euro", ha denunciato un cittadino a RomaToday mostrando la ricevuta del pagamento di un laboratorio del II municipio. Ai ventidue euro del test, infatti, il laboratorio privato dove si è rivolto l'uomo ha messo in conto anche dieci euro per la sanificazione, necessaria dopo ogni esame, e 18 per il prelievo del tampone Sars effettuato da personale specializzato (una sorta di servizio). 

"Ho prenotato il tampone lunedì 19. Mi è stato detto che costava 22 euro. Oggi sono arrivato e mi sono state chieste 50 euro. Io purtroppo ho bisogno del tampone per ragioni di lavoro e ho dovuto cedere. Questa attitudine speculativa (e truffaldina) è vergognosa e va denunciata. Ho sentito di laboratori che chiedono 90 euro", ha raccontato il cittadino a RomaToday

L'elenco dei laboratori con i test a 22 euro

Nel frattempo, nella giornata del 27 ottobre, l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio ha avviato la "procedura di revoca per l'Ambulatorio Analisi Cliniche - Luisa di via Padova" e la "conseguente esclusione dall'elenco dei laboratori che si sono impegnati ad applicare il prezzo massimo per l'esecuzione dei test rapidi antigenici secondo un accordo sottoscritto con le associazioni di categoria".

"Chi non rispetta la tariffa calmierata verrà escluso dall’elenco delle strutture autorizzate", ha spiegato l'Unità di Crisi, secondo diverse testimonianza ci sarebbero però anche altri laboratori che chiedono più dei 22 euro concordati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento