Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità Prati / Viale delle Milizie

Lo studente disabile che ha rischiato di essere investito per andare a scuola

Adesso il Comune ha installato le rampe sui marciapiedi. Lorenzo lo scorso anno doveva farsi aiutare dai compagni per arrivare sano e salvo al Mamiani

Rischiare la vita ogni mattina solo per recarsi a scuola. E' successo per un anno scolastico intero a Lorenzo, studente con disabilità del liceo Mamiani di Roma. A causa delle barriere architettoniche rappresentate dai marciapiedi, il giovane è stato costretto molto spesso a procedere, sulla sua carrozzina, nel mezzo della carreggiata. Ora il Comune ha realizzato le pedane. 

L'incubo di uno studente disabile

La storia è della scorsa primavera, quando una mamma ha contattato il I municipio e alcuni esponenti della lista Civica Gualtieri in Campidoglio per denunciare una situazione incresciosa: "Mio figlio rischia di essere ammazzato da qualche automobile ogni mattina". D'altronde, senza pedane, costretto in sedia a rotelle, per un pezzo di strada doveva procedere nel mezzo della carreggiata, magari aiutato da qualche compagno. Tutto per arrivare puntuale in classe, al Mamiani, ginnasio di viale delle Milizie. 

Le nuoe rampe sui marciapiedi

E così dopo tanto penare, il Comune si è dato da fare: "Insieme al consigliere Renato Sartini del I municipio e l'amministrazione locale stessa - racconta Giorgio Trabucco, capogruppo della Civica Gualtieri in assemblea capitolina - ci siamo attivati per poter risolvere la problematica e in poche settimane le rampe sono state realizzate". Così con l'inizio dell'anno scolastico 2023/2024, Lorenzo non rischierà più di essere investito per andare in classe. 

Trabucco (LCG): "Impensabile avere ancora così tante barriere architettoniche"

"Impensabile dover ancora avere così tante barriere architettoniche - sottolinea Trabucco - in nessuna città al mondo ma a maggior ragione nella Capitale d'Italia. Come ribadito anche dal Sindaco Roberto Gualtieri, infatti, stiamo avviando un percorso di rimozione delle stesse e, per quanto riguarda tutte le molteplici opere che realizzeremo in vista del Giubileo, ci impegniamo a renderle tutte totalmente accessibili. La vicenda di Lorenzo, risolta in appena 15 giorni, un vero record, è la dimostrazione che la città di Roma è in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini in maniera rapida ed efficace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo studente disabile che ha rischiato di essere investito per andare a scuola
RomaToday è in caricamento