menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Regione limita i tifosi all'Olimpico: "Per Roma-Juve e Lazio-Inter massimo 1000 spettatori"

L'ordinanza: "Sarà obbligatorio inoltre far rispettare un distanziamento minimo tra le sedute assegnate affinché tra uno spettatore e l'altro vi sia frontalmente e lateralmente almeno 1 metro"

La Regione Lazio ha bloccato, sul nascere, l'iniziativa del Governo che paventava la possibilità di ammettere all'Olimpico 25mila tifosi. Dopo le polemiche delle ultime ore, infatti, è arrivata l'ordinanza che fissa a mille, il tetto massimo di spettatori per le partite di Roma e Lazio. 

Il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha infatti firmato il documento con cui si consente, in considerazione delle disposizioni normative attualmente vigenti, la partecipazione del pubblico entro il limite di 1.000 spettatori per domenica 27 settembre, quando si giocherà Roma-Juventus, e domenica 4 ottobre quando è in programma Lazio-Inter.

"Ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica, si legge nella nota, la presenza di pubblico sarà consentita solo presso i settori in grado di assicurare la permanenza delle persone presso la postazione seduta pre-assegnata per l’intera durata dell’evento. - si legge nell'ordinanza - Gli organizzatori dovranno garantire il contingentamento ed il controllo degli ingressi e un'apposita segnaletica sui posti non utilizzabili".

"Sarà obbligatorio inoltre far rispettare un distanziamento minimo tra le sedute assegnate affinché tra uno spettatore e l’altro vi sia frontalmente e lateralmente, almeno 1 metro e assicurare la presenza di prodotti per l'igiene delle mani per gli spettatori e per il personale, in più punti dello stadio", conclude il testo della Regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento