Martedì, 26 Ottobre 2021

VIDEO | La sfilata degli abiti che salvano l'ambiente firmati dalla sartoria sociale transculturale

Internos, organizzazione umanitaria con sede a Tor Spaccata, ha realizzato i capi nella sartoria sociale che ospita. Le sarte (e le modelle) sono donne vittime di violenza che Internos ha aiutato

Una serata all’insegna della solidarietà e del rispetto per l’ambiente. Nella cornice della Città dell’altra economia hanno sfilato gli abiti di Oso, una linea etica di abbigliamento e sostenibile realizzata da una rete di sartorie sociali di tutta Italia. Una delle associazioni che hanno allestito questa sartoria sociale ha proprio sede a Roma, più nello specifico a Torre Spaccata ed è coordinata da Intersos

“Stasera lanciamo la linea autunno-inverno di Oso - commenta Valentina Murini, responsabile dello sviluppo sociale territoriale in Italia di Intersos -. Tutti i capi della nostra sartoria sociale transculturale, sono stati totalmente realizzati a mano dalle sarte che sosteniamo con i progetti di aiuto umanitario”. I capi saranno in vendita in tutti i negozi NaturaSì o direttamente presso le sartorie che hanno prodotto il capo. 

“Questo è il risultato di mesi di lavoro - racconta Sara Lucchi, responsabile risorse umane di NaturaSì -. Abbiamo creato questa rete per dare vita ad un abbigliamento sostenibile che possa anche dare posti di lavoro a donne vittime di violenza”. Nel corso della serata, a fare da colonna sonora ci ha pensato Enula, ex concorrente di “Amici”, che è anche testimonial di Oso. 

“Io ho sempre sognato di utilizzare la mia musica come strumento sociale ed è quello che sto facendo questa sera - spiega Enula -. Voglio fare concretamente la mia parte per dare una mano a salvare il pianeta”. Tutta la linea, infatti, è pensata nel rispetto dell’ambiente: i capi sono realizzati in tessuti naturali quali il cotone Gots (Global Organic Texil Standard), fibra di bambù e di alga.

“Le donne che sfilano stasera - conclude Valentina Murino - sono coinvolte nella nostra attività, sia in sartoria sia nelle attività sociali. Questo è sicuramente un momento di liberazione anche per loro dopo un percorso molto perplesso. Ringrazio NaturaSì che ha messo in piedi questa rete di sartorie, scommettendo sul nostro percorso”. 

Video popolari

VIDEO | La sfilata degli abiti che salvano l'ambiente firmati dalla sartoria sociale transculturale

RomaToday è in caricamento