menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lazio in zona arancione, scuole aperte e superiori in Dad ma è giallo sulla data. Zingaretti: "In aula da martedì"

La decisione riguarda le giornate antecedenti le vacanze di Pasqua. Contrario l'ordine dei medici di Roma che propone un'apertura posticipata

Se il Lazio - come si immagina - andrà in zona arancione le scuole, prima di Pasqua, riapriranno. Ma non lunedì 29, bensì martedì 30. In pratica due giorni appena, prima della pausa della vacanze pasquali. Almeno questa è la lettura che ha dato il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti

"Da martedì ripartono le scuole in presenza: asili, elementari e medie. Dopo Pasqua potranno riaprire le superiori, garantendo agli studenti di fare il tampone rapido gratuito e senza certificato medico in tutti i drive in della regione", ha scritto con un post su Facebook per poi spiegare - qualora ce ne fosse bisogno - il perché i cancelli non riapriranno il 29: "Il decreto in vigore prevede che la zona rossa duri fino a lunedì compreso . A meno di nuovi provvedimenti del governo. noi non possiamo fare nulla. Quindi asili e non solo lunedì chiusi". 

+++ Aggiornamento delle 15:30: il Lazio sarà in zona arancione. La notizia completa +++

Solamente nel pomeriggio di ieri, tuttavia, Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, Scuola e Formazione della Regione Lazio aveva invece parlato di una riapertura per lunedì: "Qualora i dati epidemiologici facciano tornare il Lazio in zona arancione dal 29 marzo gli asili nido, le materne, le scuole elementari e le medie riapriranno con le attività in presenza. Per quanto riguarda le superiori, queste rimarranno chiuse continuando ad assicurare la didattica a distanza".

zingaretti-9-7

zingaretti1-2

Di certo c'è che la scelta è stata elaborata anche a seguito di un incontro avvenuto "con tutte le organizzazioni sindacali del comparto scuola che hanno concordato con l'opportunità di continuare con la Dad al 100% fino a Pasqua per gli istituti superiori. Inoltre, a partire da lunedì 29 marzo e per tutto il mese di Aprile, la Regione Lazio consentirà agli studenti di effettuare i tamponi senza ricetta medica negli hub regionali", spiegano dalla Pisana.

"Con queste soluzioni crediamo di rispondere in modo adeguato alle esigenze delle famiglie e soprattutto di favorire gli studenti più piccoli, evidentemente più in difficoltà nell'apprendimento tramite computer. Fermo restando l'intenzione di tenere aperte le scuole il più possibile, nostra priorità da sempre, la chiusura degli istituti di secondo grado per le giornate antecedenti la Pasqua sono da attribuire anche a motivazioni di tipo organizzativo", ha aggiunto Di Bernardino. 

Chi è contro la riapertura dei plessi prima di Pasqua, è invece il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, interpellato sul tema dall'agenzia Dire: "Con un Lazio 'arancione' le scuole potrebbero riaprire da lunedì, ma personalmente aspetterei sempre e comunque dopo Pasqua, non prima".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Daniele De Rossi ricoverato allo Spallanzani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • De Magna e beve

    La vera storia della carbonara: origini e curiosità

  • De Magna e beve

    Carbonara: 7 errori comuni da non fare mai

  • Attualità

    La bufala del vaccino su chiamata a Roma

  • Cultura

    La Roma di Stefania Orlando

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento