menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nel Lazio 120mila test sierologici per insegnanti e operatori scuola

Test per docenti, personale Ata e amministrativi: "Così si inizia in sicurezza nuovo anno". Tremila i test nelle scuole del II Municipio

Test sierologici per i lavoratori della scuola. La Regione Lazio sottoporrà al test di sierolprevalenza circa 120mila persone tra insegnanti, tecnici amministrativi, personale ausiliario e di sostegno delle scuole di ogni ordine fino al secondo grado, comprese le paritarie. 

Scuola, test sierologici per 120mila insegnanti e lavoratori

L'iniziativa in seguito all'approvazione in Giunta della delibera proposta congiuntamente dagli assessori regionali alla Sanità, Alessio D’Amato, e al Lavoro, Claudio Di Berardino.

Metodologicamente il modello è quello già attivato per le indagini di sieroprevalenza al personale sanitario e delle forze dell’ordine. In presenza di sieroprevalenza il docente verrà sottoposto al test molecolare (tampone) per la verifica della positività al Covid-19. Tutti i dati verranno inseriti nella piattaforma nazionale. "Si tratta della più grande indegine epidemiologica che viene svolta in ambito scolastico, avviata affinché si possa iniziare in sicurezza il prossimo anno scolastico" - fanno sapere dalla Regione Lazio. 

Tremila test sierologici nelle scuole del II Municipio

Tremila i test messi a disposizione degli insegnanti e di tutti i lavoratori e le lavoratrici della scuola nel II Municipio che saranno somministrati tra fine agosto e inizio settembre nelle palestre di alcune scuole. “Non c’è un obbligo di legge ma riteniamo che questa operazione di prevenzione sia molto importante per la sicurezza nelle nostre scuole - hanno commentato la presidente del II Municipio, Francesca Del Bello e l'assessore alla Scuola, Emanuele Gisci - e ci aspettiamo che gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado richiedano volontariamente di partecipare al test”. In questo modo “si avrà una fotografia chiara delle persone che nella comunità scolastica sono venute in contatto con il virus e si potranno conoscere eventuali casi asintomatici positivi al coronavirus.  Ci auguriamo - concludono la presidente e l’assessore - che ogni territorio possa avere questa opportunità per un ritorno a scuola in massima sicurezza per tutti e tutte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento