menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"A Roma 3 medici non vaccinati su 46mila. Il problema no vax è in altre categorie del personale sanitario"

Il presidente dell'Ordine dei medici di Roma si esprime sul nuovo decreto Covid: sì all'obbligo di vaccinazione ma ci sono perplessità riguardo allo scudo penale

Fanno discutere le novità del nuovo decreto Covid: lo scudo penale e l’obbligo della vaccinazione per i sanitari, misure introdotte dal decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri. "Perplessità sullo scudo penale" ma pugno duro contro i medici no Vax, "3 su 46mila in tutta Roma". Sulla questione è intervenuto Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei medici della capitale durante la trasmissione “L’Italia s’è desta” su Radio Cusano Campus.

Responsabilità del personale sanitario 

Attraverso lo scudo penale verrà esclusa la responsabilità del personale sanitario addetto all’inoculazione del vaccino, per i delitti di omicidio colposo e lesioni personali colpose, conseguenti alla somministrazione della dose di vaccino anti Covid, ovviamente in caso di osservanza di tutte le regole cautelari relative all’attività di vaccinazione e che non vi siano incongruenze sulla somministrazione.

 “Abbiamo grosse perplessità sullo scudo penale- ha affermato Magi- ma non sull’obbligo vaccinale, che abbiamo chiesto con forza. Lo scudo penale prevede una situazione di non responsabilità”, così come viene descritta all’interno dell’articolo 3 del decreto: La punibilità è esclusa quando l'uso del vaccino è conforme alle indicazioni contenute nel provvedimento di autorizzazione all'immissione in commercio emesso dalle competenti autorità e alle circolari pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della salute relative alle attività di vaccinazione”.

Questo vale, come spiega il presidente Magi, “Soltanto per la parte dell’inoculazione del vaccino, non per i decessi legati al Covid su cui continuiamo a registrare denunce e non vorremmo finire in una pandemia giudiziaria.-continua- Molto spesso gruppi e associazioni lucrano su queste situazioni e spingono i cittadini a fare causa. Bisogna limitare queste situazioni fuori controllo”.

Obbligo di vaccinazione

La vaccinazione all’interno della sanità, è quasi giunta al termine salvo alcune categorie di lavoratori indipendenti. Previste già sospensioni e richiami dall’OMCEO di Roma per i medici che si dichiarano no Vax: “Per quanto riguarda i vaccini, i medici sono quasi tutti vaccinati, il problema è in altre categorie del personale sanitario. Noi ci siamo espressi in maniera forte nei confronti dei medici no vax, non mi sembra che abbiano fatto altrettanto gli altri ordini professionali. -conclude- In tutta Roma sono stati 3 i medici no vax su 46mila, 2 sono già stati giudicati dalla commissione disciplinare dell’Ordine, uno con un richiamo e un altro con la sospensione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento