rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità

Sciopero, venerdì 16 settembre stop di 8 ore: metro e bus a rischio

Le sigle che hanno proclamato lo sciopero e l'articolazione oraria. Sabato invece mezzi pubblici gratis

Otto ore di sciopero nazionale. Venerdì 16 settembre, dalle 8.30 alle 16.30, i lavoratori di Atac, Roma servizi per la mobilità, Cotral e Roma Tpl, insieme a quelli impiegati nella gran parte delle aziende Tpl del Lazio, incrociano le braccia. 

A Roma e nel Lazio, spiega Roma servizi per la mobilità, la protesta interesserà, dalle 8,30 alle 16,30, Atac, Roma Tpl, Cotral e Roma Servizi per la Mobilità. Sulla rete Atac lo sciopero riguarda anche i collegamenti eseguiti da altri operatori in regime di subaffidamento. Saranno quindi possibili stop, dalle 8,30 alle 16,30, su autobus, filobus, tram, metropolitane e sulle ferrovie Roma-Lido, Roma-Nord e Termini-Centocelle.

Secondo quanto si apprende il preavviso così ridotto sarebbe stato possibile in base all'articolo 2, comma 7 della legge 146/90. Nell'articolo si legge: "Le disposizioni del presente articolo in tema di preavviso minimo e di indicazione della durata non si applicano nei casi di astensione dal lavoro in difesa dell'ordine costituzionale, o di protesta per gravi eventi lesivi dell'incolumità e della sicurezza dei lavoratori".

Gli eventi lesivi dell'incolumità e della sicurezza dei lavoratori vengono elencati nel volantino nazionale con cui è stato proclamato lo sciopero. 

Niente treni e autobus per 8 ore

Per effetto dell’iniziativa, che è stata sottoscritta da Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Ugl Fna, tutti i servizi automobilisticiì, metroferroviari e tranviari, urbani ed extraurbani, restano fermi. In altre parole nessuna partenza utile è prevista dai capolinea durante le otto ore di sciopero nazionale che interessa anche il trasporto pubblico del Lazio.

Lo sciopero, hanno fatto sapere le sigle che lo hanno sottoscritto, è indetto “a causa dei gravi eventi lesivi della sicurezza e dell’incolumità dei lavoratori”. Ad incrociare le braccia in segno di protesta e di solidarietà, anche il personale addetto alle biglietterie e tutti i lavoratori degli uffici, gli ausiliari del traffico, il personale degli uffici e della trazione.

La ripresa del servizio per’Atac

Al termine dello sciopero va effettuata dal deposito o rimessa d’appartenenza con le seguenti modalità:

Servizio Automobilistico e Filoviario: 30 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia;

Servizio Tranviario: da 30 a 50 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia;

Servizio Metro A: da 30 a 90 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia;

Servizio MetroB-B1: da 30 a 120 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia;

Servizio Metro C: da 30 a 45 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia;

Servizio Roma –Lido: da 30 a 90 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia;

Servizi Roma-Pantano e Roma-Viterbo: da 30 a 60 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia

atac-2-44

Ulteriore personale di supporto, indispensabile all’erogazione del servizio: da 15 a 30 minuti prima della conclusione dello sciopero e/o dell’inizio delle fasce di garanzia

Sabato 17 settembre, mezzi gratis

Sabato 17 settembre invece è prevista la gratuità del trasporto pubblico su tutti i mezzi Atac, in metropolitana e superficie, in tutta la città. Quella di sabato 17 settembre non sarà una semplice apertura di libera circolazione sui mezzi e con i varchi delle metropolitane disattivati ma anche una giornata di comunicazione informativa sul trasporto pubblico, compresa la distribuzione di gadget a tema da parte di personale di Atac nelle principali stazioni, a partire da Termini, e nei capolinea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero, venerdì 16 settembre stop di 8 ore: metro e bus a rischio

RomaToday è in caricamento