Domenica, 21 Luglio 2024
Venerdì nero

Sciopero generale, Roma a rischio paralisi. Dai nidi ai trasporti, ecco chi si ferma

La mobilitazione indetta da Cgil e Uil contro la legge di Bilancio del governo coinvolge i lavoratori di tutti i servizi pubblici e privati. Stop ad attività didattiche, raccolta rifiuti e servizi cimiteriali, sanità e uffici. Per il trasporto protesta dimezzata

Roma si prepara allo sciopero generale di venerdì 17 novembre. Numerosi i servizi a rischio: dai nidi alle scuole materne, trasporti, uffici pubblici, università e sanità. La città si ferma. 

Sciopero nei nidi e nelle scuole materne comunali

Lo sciopero generale proclamato da Cgil e Uil, insieme anche a Usb riguarda le lavoratrici e i lavoratori di tutti i settori pubblici e privati per l'intera giornata di lavoro. Solo per il settore dei trasporti la protesta è stata dimezzata da 8 a 4 ore. Obiettivi della mobilitazione convincere il governo a cambiare la legge di Bilancio e le politiche economiche e sociali fino ad ora messe in campo. 

“Si avvisa la cittadinanza che nella giornata del 17 novembre 2023 potrebbero verificarsi disservizi” avverte il Comune di Roma sul proprio portale istituzionale. Nelle bacheche di asili nido e scuole dell’infanzia capitolini gli avvisi per le famiglie. Le attività non saranno infatti garantite: oltre ad insegnanti ed educatrici, dipendenti capitolini, sono chiamati ad incrociare le braccia anche i lavoratori di Roma Multiservizi. Senza accoglienza iniziale e supporto durante l’arco dell’intera giornata i nidi e le materne di Roma rischiano di restare chiusi. 

Scioperano scuole e università

Sciopero anche nelle scuole di ogni ordine e grado, compresa l'università e la ricerca. Dalle 8,30 alle 10, corteo della Rete degli Studenti Medi da piazza Barberini a piazza del Popolo, lungo via Sistina, piazza Trinità dei Monti e viale Gabriele D'Annunzio. Annunciate almeno 500 persone. Deviazioni per le linee 52, 53, 61, 62, 63, 80, 83, 85, 119, 160, 492 e 590.

Sciopero trasporto pubblico e autostrade

Per quanto riguarda lo sciopero del trasporto pubblico il ministro delle infrastrutture e trasporti, Matteo Salvini, dopo giorni di polemiche, ha firmato l’ordinanza di precettazione. I lavoratori del settore dei trasporti potranno protestare solo dalle 9 alle 13. Nel territorio di Roma Capitale, lo sciopero riguarda l'intera rete Atac e l'intera rete RomaTpl. Sulla rete Atac lo sciopero riguarda anche i collegamenti eseguiti da altri operatori in regime di subaffidamento, in particolare le linee periferiche.  Sciopero di 4 ore anche per i treni regionali e nazionali. Lo sciopero generale di venerdì 17 novembre coinvolgerà anche i tassisti che potranno astenersi dal turno di lavoro. Sciopero per l’intera giornata per gli addetti alla viabilità di autostrade e Anas. Verranno comunque garantiti i servizi minimi funzionali ad assicurare la sicurezza della circolazione stradale. (TUTTE LE INFO SULLO SCIOPERO DEI TRASPORTI)

Raccolta rifiuti a rischio

Chiamati a scioperare anche i lavoratori dei servizi di igiene ambientale, a Roma raccolta dei rifiuti a rischio così come i servizi cimiteriali. Per i dipendenti Ama, l’agitazione sindacale inizierà con il primo turno venerdì 17 per concludersi, tenuto conto dell’organizzazione dei servizi aziendali, intorno alle ore 04:30 della mattina del giorno successivo. Il servizio riprenderà regolarmente già con il primo turno mattutino di sabato 18 novembre. “Trattandosi di organizzazioni sindacali rappresentative potrebbero esserci dei disagi nell’ erogazione dei servizi normalmente assicurati” fa sapere Ama in una nota.

In base a quanto prescritto dalla legge 146/90 e dai relativi accordi sottoscritti con i Sindacati, Ama ha comunque attivato le procedure tese ad assicurare durante lo sciopero i servizi minimi essenziali e le prestazioni indispensabili: pronto intervento a ciclo continuo; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme, comunità recupero tossicodipendenti. Assicurate anche pulizia e svuotamento dei cestini di alcune aree di grande interesse turistico-artistico del centro storico. Interessati dallo sciopero, con le stesse modalità anche i servizi cimiteriali che analogamente garantiranno le prestazioni minime essenziali.

Sciopero e non solo. A Roma sarà un venerdì nero

Sciopero sanità e uffici postali 

Sciopero di 8 ore anche per le funzioni centrali dello Stato. Incroceranno le braccia quindi i lavoratori aderenti a Cgil e Uil degli enti locali e della sanità. Stop anche per i lavoratori di Poste e degli uffici postali. Per i Vigili del fuoco l'astensione è stata portata da 8 a 4 ore, dalle 9 alle 13.

Sindacati in piazza a Roma

In occasione dello sciopero generale di venerdì 17 novembre i sindacati Cgil e Uil si prenderanno piazza del Popolo. Dal palco parleranno i segretari generali Maurizio Landini e Pierpaolo Bombardieri. La manifestazione dalle 9 alle 13 con almeno 5mila persone previste. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale, Roma a rischio paralisi. Dai nidi ai trasporti, ecco chi si ferma
RomaToday è in caricamento