Coronavirus, dopo 125 positivi e 17 morti la Regione avvia la revoca dell'accreditamento alla Rsa di Rocca di Papa

D'Amato: "Proseguono i controlli sulle RSA e le strutture socio-assistenziali private accreditate. Sono ad oggi 620 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio"

Immagine di repertorio

E' stato avviato il procedimento amministrativo di revoca dell'accreditamento della casa di cura San Raffaele di Rocca di Papa a seguito dei risultati di audit. Lo rende noto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, che precisa: "nella struttura vi sono stati 125 casi positivi al Covid-19, 17 i decessi e 104 i trasferimenti effettuati".

Numeri che hanno costretto la Regione ad agire. Un caso, quello della Rsa dei Castelli Romani, che RomaToday ha approfondito dando voce ai parenti dei pazienti ricoverati e alla vicesindaca Veronica Cimino.

Un fronte ancor più delicato da quando il 14 aprile è stata firmata una ordinanza che ha imposto alcune misure di contenimento intorno alla struttura sanitaria.

Due giorni dopo la Regione ha prima chiesto e ottenuto la sostituzione del direttore sanitario della Rsa di Rocca di Papa perché privo di titoli, poi il 23 aprile ha diffidato ufficialmente la San Raffaele.

Intervista alla vicesindaca Cimino: "Ho urlato ma sono rimasta inascoltata, ecco cos'è successo"

Poi il susseguirsi di tragiche notizie con sette decessi in appena tre giorni. Morti che hanno costretto la Asl e la Regione a trasferire i pazienti (oltre 90 in tutto) in altre cliniche della Regione. Attualmente, secondo i dati, del comune di Rocca di Papa sono 7 i pazienti positivi che sono ancora all'interno della clinica. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo proseguiranno gli audit anche per tutte le altre strutture. Attualmente sono 620 le strutture per anziani ispezionate su tutto il Lazio.

VIDEO | I parenti: "Chi positivo è stato abbandonato a se stesso"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Scuola, nel Lazio il rientro è a ingressi scaglionati: ecco le fasce orarie

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento