Lo smartworking svuota Roma e riempie Capalbio: così il salotto estivo dei radical chic torna agli anni ‘90

Tanti i romani che hanno scelto di lavorare da remoto dalla cittadina della Maremma, nelle seconde case o nelle strutture ricettive di zona: "Il 3 giugno sull'Aurelia c'era il traffico di Agosto"

Le finestre delle seconde case hanno iniziato ad aprirsi già il 3 giugno, quando l’Italia martoriata dall’emergenza Coronavirus è tornata “unita”: con i confini regionali riaperti. 

E’ da li che tanti romani, proprietari o habitué, hanno deciso di trasferirsi a Capalbio: la cittadina della Maremma, a soli 130 chilometri dalla Capitale, tappa di week end lunghi fuoriporta e villeggiatura. Storicamente il salotto estivo e radical chic di Roma. Ma quest’anno non solo vip, imprenditori e politici e soprattutto non soltanto a luglio e agosto: Capalbio e dintorni sono stati scelti da tanti romani come sede di lavoro da remoto. Lo smartworking che ha svuotato la Capitale ha in parte ripopolato la cittadina all’ombra dell’Argentario. Meglio lavorare vista mare o immersi nella campagna toscana. 

“Il 3 giugno il traffico sull’Aurelia sembrava quello di agosto” - ha raccontato a RomaToday Raffaele Fusini, consigliere comunale di Capalbio. “Qualcuno, forse immaginando l’imminente chiusura, è arrivato qui addirittura prima del lockdown scoprendo una versione insolita e altrettanto affascinante del nostro territorio. In molti - prosegue Fusini che è pure istruttore di tennis - mi hanno detto che torneranno volentieri fuori dalla stagione piena: fine settembre, ma anche marzo prossimo. Lo speriamo”. 

Un auspicio che è anche quello dei ristoratori che ancora fanno i conti con chiusure forzate e ripresa timida. I segnali ci sono: “In alcune settimane sembrava di essere tornati agli anni Novanta” - ha detto Elio Serra, proprietario del ristorante Il Mestolone. Elio è anche a capo della Pro loco, quest’anno la famosa sagra del Buglione non c’è stata ma i numeri del turismo fanno ben sperare. Ad oggi quasi 4mila le persone che hanno visitato la Torre Aldobrandesca, il castello di Capalbio: 500 in più rispetto allo scorso anno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Quello di Capalbio è un turismo perlopiù domestico, il richiamo per i turisti stranieri è rappresentato soprattutto dal Giardino dei Tarocchi. La presenza dei romani è molto forte: in particolar modo - conferma l’assessore allo Sviluppo economico del Comune, Gianfranco Chelini - quest’anno molti si sono trasferiti non appena i confini tra regioni sono stati riaperti. Tanti che lavorano da remoto sono ancora qui”. Per molte strutture ricettive - case vacanze, hotel e bed and breakfast - dopo luglio e agosto, anche le prime due settimane di settembre sono overbooking. Quella parte di Maremma può sorride, anche grazie a Roma: “Nella costruzione del Pil di Capalbio il turismo è motore di sviluppo, molto legato anche al settore agroalimentare di qualità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento