rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
0 °
Attualità

Roma Lido: treno rotto, corse su binario unico e passeggeri lasciati a terra. Altro giorno da incubo

Ancora un problema alla tratta che collega il municipio del mare a Piramide. I problemi dopo un guasto ad Acilia

E dov'è la novità? Direte voi. Nessuna, la risposta. Il che, paradossalmente, è peggio. Già perché lunedì 11 novembre è solamente un giorno come tanti, uno di quelli da incubo per chi abita nel X Municipio e sceglie i mezzi pubblici, pagando, per raggiungere la propria meta, che sia scuola, lavoro, università o un centro medico. 

Per i forzati della Roma Lido, la mattinata da incubo è iniziata intorno alle 7:45 circa quando un treno si è rotto ad Acilia. Un film già visto pochi giorni fa con il convoglio seguente, quello partito da Ostia, costretto ad "invadere" il binario nel senso opposto per poter proseguire.

Con buona pace dei pendolari, costretti a viaggiare ammassati, con corse rallentate per il nuovo dispositivo che costringe i macchinisti a non superare i 70 km/h, rimodulazioni e banchine piene. Conseguenze che, anche questa mattina, hanno portato due passeggeri a chiedere di fermare la corsa a causa di malori.

Il tutto in uno scenario dove i passeggeri sono abbandonati a loro stessi. Sull'account Twitter Atac non ha comunicato nessun guasto (che pure c'è stato), nessun malore (che pure c'è stato) e nessuna rimodulazione (che pure ci sono state) ma solo un elenco di nuovi orari, non rispettati. Sul sito, invece, un generico "ritardi" sintetizzava i problemi quotidiani

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Lido: treno rotto, corse su binario unico e passeggeri lasciati a terra. Altro giorno da incubo

RomaToday è in caricamento