rotate-mobile
Attualità / Esquilino / Piazza della Repubblica

Sciopero generale: Roma si ferma. Il 2 dicembre, dai bus alle scuole, disagi in vista

Sciopero generale indetto da numerose sigle sindacali di base: chiamati ad incrociare le braccia i lavoratori di tutti i settori privati e pubblici. A Roma a rischio corse Atac, Roma Tpl e Cotral

Venerdì 2 dicembre sciopero generale proclamato da numerose sigle dei sindacati di base. La mobilitazione riguarderà tutti i settori privati e pubblici, per questo dal trasporto pubblico alla scuola, passando per ferrovie, trasporto aereo e sanità potrebbero verificarsi disservizi. 

Sciopero del trasporto pubblico Roma 2 dicembre

Per quanto riguarda lo sciopero del trasporto pubblico di venerdì 2 dicembre, a Roma e nel Lazio saranno possibili disagi sulle linee di Atac, Roma Tpl e Cotral. Corse a rischio dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Disagi potrebbero verificarsi dunque per gli utenti dei bus della città, linee centrali e linee periferiche, ma anche per le ferrovie ex concesse Metromare (Roma-Lido) e Roma-Civitacastellana-Viterbo e per i collegamenti extraurbani. Come sempre saranno garantiti i servizi nelle fasce di tutela. 

Per quanto attiene alle attività di Roma Servizi per la Mobilità invece lo sportello permessi di piazzale degli Archivi (Eur), il contact center Infomobilità 0657003, il box informativo di Termini, il check point bus turistici di Aurelia potrebbero non essere garantiti. 

Tutte le informazioni sullo sciopero dei trasporti

Il 2 dicembre sciopero autostrade e ferrovie

La protesta interesserà anche i lavoratori di autostrade e ferrovie. Per i lavoratori delle autostrade lo sciopero inizierà alle ore 22 del 1 dicembre e terminerà alle 22 del 2 dicembre. Per i lavoratori delle ferrovie lo sciopero inizierà alle 21 del 1 dicembre e terminerà alle 21 del 2 dicembre. In più Filt Cgil e Uiltrasporti hanno proclamato un nuovo sciopero dei lavoratori di Vueling: braccia incrciate per 24 ore, voli che resteranno a terra, saranno infatti garantiti solo i servizi minimi previsti dalla normativa in vigore.

Dai nidi alle superiori: 2 dicembre sciopero scuola

Servizi minimi garantiti anche a scuola. Lo sciopero generale del 2 dicembre coinvolgerà infatti anche il comparto dell’istruzione: incrocia le braccia il personale docente, educativo ed Ata delle scuole di ogni ordine e grado. Così dai nidi alle scuole superiori, passando per infanzia, elementari e medie la didattica non sarà garantita: le classi rischiano di rimanere vuote. 

Lo sciopero in Ama

Anche i lavoratori Ama saranno coinvolti dallo sciopero, come riferisce in una nota l'azienda municipalizzata, che allo stesso tempo sembra rassicurare l'utenza sui reali disagi previsti per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. "Trattandosi di organizzazioni sindacali non rappresentative - scrivono - si prevede un'incidenza limitata sull'erogazione complessiva dei servizi aziendali di igiene urbana". Ama ha comunque attivato le procedure tese ad assicurare durante lo sciopero servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili come il pronto intervento a ciclo continuo, la pulizia mercati, la raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme. Interessati dallo sciopero, con le stesse modalità, anche gli operatori del comparto Settore Funerario. Anche in questo caso, sono stati predisposti i servizi minimi essenziali.

La manifestazione dei sindacati a Roma

Allo sciopero generale del 2 dicembre, che vedrà presidi in tutta Italia, seguirà la manifestazione nazionale che si terrà a Roma sabato 3 dicembre, ore 14.00 a piazza della Repubblica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale: Roma si ferma. Il 2 dicembre, dai bus alle scuole, disagi in vista

RomaToday è in caricamento