rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Attualità

Sant'Egidio ricorda Modesta Valenti, candele per i senza dimora morti in strada 

In centinaia tra volontari e senza dimora per ricordare la donna morta 40 anni fa a Termini

Volontari e senza dimora hanno reso omaggio nella basilica di Santa Maria in Trastevere a Modesta Valenti, la donna che morì 40 anni fa alla stazione Termini perché, essendo sporca, l'ambulanza si rifiutò di portarla in ospedale. 

Insieme a lei, durante la celebrazione promossa come ogni anno dalla Comunità di Sant'Egidio, sono stati ricordati i nomi di alcune tra le tante persone che sono morte in strada a Roma negli ultimi anni. L’ultimo al Prenestino, ucciso dal freddo

Per ognuna di loro è stata accesa una candela davanti all'icona dipinta in onore di Modesta. Nell'omelia, in un clima di grande commozione, monsignor Vincenzo Paglia ha ricordato la storia di Modesta e quella del movimento di solidarietà cresciuto in questi anni attorno a chi vive per strada. 

“La sua memoria - ha detto- è diventata una benedizione perché ha messo in moto uomini e donne, credenti e non credenti che hanno scelto di fermarsi ai bordi delle strade, delle piazze, dei binari delle stazioni, offrendo un'amicizia calda e fedele che non lascia mai più soli, creando una singolare e bella amicizia tra chi serve e chi è servito”. 

Al termine tutti sono usciti dalla basilica con un fiore benedetto per divenire segno di protezione per la vita di ognuno, in particolare di chi è più povero e fragile. “Alla celebrazione di Santa Maria in Trastevere - ha fatto sapere Sant’Egidio - se ne aggiungeranno altre nelle prossime settimane, in diversi quartieri di Roma e in altre città italiane ed europee".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Egidio ricorda Modesta Valenti, candele per i senza dimora morti in strada 

RomaToday è in caricamento