Coronavirus, Cortina Summer Party: positivo un ragazzo romano di 26 anni

All'evento, che si è svolto il "20 agosto" hanno preso parte circa "500-600" persone

Luca Zaia in conferenza stampa

Un ragazzo romano di 26 anni positivo al Coronavirus a Cortina. A renderlo noto Alvise Zuliani, responsabile marketing Red Squirrel Events società che organizza il Cortina Summer Party.  Si tratta, fanno sapere gli organizzatori, di un ragazzo di 26 anni, risultato positivo al test del Covid-19 nella giornata di mercoledì. Il ragazzo romano, in vacanza a Cortina da qualche giorno prima del 20 agosto, era presente anche al Cortina Summer Party. Lo scrive TrevisoToday

"L'evento, un picnic all'aperto sui prati di un rifugio, autorizzato dalle autorità, ha seguito l'attuale protocollo di sicurezza - si aggiunge - Per massima precauzione, le persone che hanno partecipato all'evento, su base volontaria possono eseguire un tampone di controllo".

"Con grande tempestività il Comune di Cortina, insieme all'Ulss1 di Belluno, ha deciso di allestire domani (oggi ndr), presso lo stadio del Ghiaccio di Cortina, dalle 14.30 alle 18.30 un drive-in che permette ai cittadini di recarsi in macchina ed effettuare il tampone senza scendere dalla stessa", informano gli organizzatori. 

"L'esito del test sarà comunicato, se negativo, via Sms al numero indicato al momento della registrazione, entro 48 ore dall'esecuzione del test - concludono - In caso di positività, il cittadino sarà contattato, telefonicamente dal Dipartimento di Prevenzione per la presa in carico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Governatore del Veneto, Luca Zaia ha poi annunciato di aver firmato l’ordinanza per rendere facoltativo il test Covid-19 per chi ritorna da un soggiorno dalla Sardegna. “Non possiamo introdurre un elemento di obbligatorietà, ma i cittadini che vogliono possono fermarsi al point all'aeroporto o recarsi a un punto di accesso per fare il test e noi lo raccomandiamo", afferma, aggiungendo che i tamponi saranno gratuiti. Si tratta di una misura "in via prudenziale. Non perché la Sardegna sia un lazzaretto ma per essere performanti rispetto a una situazione contingente riguardo a notizie di contagio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento