rotate-mobile
Attualità

La mappa del tifo, quali sono i quartieri con più tifosi della Roma e della Lazio

I ricercatori: "Non sembrano esistere zone della città dove i laziali sono maggioranza"

A Roma per ogni laziale ci sono almeno tre romanisti. Esquilino e San Lorenzo sembrano essere feudi prevalentemente giallorossi, mentre le bandiere biancocelesti sventolano di più in quartieri della periferia come Ostia e Settecamini, ma anche in provincia come a Ciampino. Eppure, in nessun quartiere, c'è una maggioranza di laziali. 

È il frutto della ricerca di Filippo Celata, professore di geografia economica alla facoltà di Economia de La Sapienza, e Gabriele Pinto, dottorando al dipartimento di scienze sociali ed economiche del primo ateneo romano. Il derby tra Roma e Lazio si sa, non finisce mai, e così tra una coppa in faccia e uno "ve l'avemo scucito" il nuovo studio che disegna la mappa del tifo in città, fa discutere. 

"Abbiamo usato gli stessi sistemi di rilevazione che si applicano per le elezioni e preso in considerazione dati su like, click, commenti, ricerche termini degli utenti oltre che l'advertising sui social network", sottolinea Celata a RomaToday che aggiunge come "alcuni dati ci hanno stupito". 

Quanti romanisti e quanti laziali ci sono 

Sul tifo, spiegano i ricercatori, esistono soltanto pochi sondaggi nazionali. Demos&Pi nel 2016 stimava ad esempio che circa il 40% degli italiani tifa per una squadra calcistica di club, e di questi circa il 6-7% sono romanisti, il 2-3% laziali. StageUp e Ipsos azzardano numeri più precisi, e più recenti (2021): i tifosi della Roma sarebbero 1.847.000, i laziali 547.000. Il rapporto sarebbe in entrambi i casi di circa 3-3,5 a 1 per la Roma. Ma sono dati relativi all'Italia intera, ricavati da sondaggi su campioni molto piccoli. Non è possibile quindi dedurne dati sulla sola città di Roma e tanto meno sui suoi quartieri.

"Eppure è proprio su questo tema che abbondano le legende metropolitane", spiegano Celata e Pinto che aggiugono: Le mappe e i dati che riportiamo sono estratti tramite la API (Application Programming Interface) dalla piattaforma di advertising di Facebook (che utilizza anche i dati provenienti da Instagram). Non sono stimati a partire da likes o commenti, bensì più in generale dagli interessi espressi dagli utenti. A partire da questi dati, possiamo così desumere che nel comune di Roma il rapporto tra romanisti e laziali sia di circa 3 a 1 (dato molto simile a quello stimato tramite sondaggio), mentre se estendiamo il raggio di osservazione a tutta la regione Lazio il rapporto risulta minore: per ogni tifoso laziale ci sono 2,3 romanisti. Nei Comuni del Lazio diversi da Roma il rapporto è ancora minore: per ogni tifoso laziale ci sono i 1,7 romanisti.

La grafica della mappa del tifo per estesa 

La mappa del tifo a Roma

I due ricercatori, però, hanno svolto un lavoro molto complesso, andando a verificare se effettivamente vengono confermate le teorie che vedono una prevalenza di tifosi laziali a Roma Nord e di tifosi romanisti al Centro e negli storici quartieri popolari. Secondo lo studio, in alcune aree tra la Casilina e l'Esquilino la proporzione arriva fino a 335 romanisti per 100 laziali.

Picchi biancocelesti - dell'ordine di 42 a 100, quindi pur sempre in minoranza, ma meno netta - si riscontrano invece in maniera più sparsa tra Primavalle, Trionfale e Balduina, nella zona nord dell'Urbe, a San Basilio (forse il dato più sorprendente, ndr), nella periferia est e a sud-ovest, tra Ostiense e Portuense. "Non sembrano esistere zone della città dove i laziali sono maggioranza", si legge sul lavoro pubblicato da Roma Ricerca Roma e pubblicato in anteprima da La Repubblica. 

"I quartieri relativamente più romanisti sono intorno alla stazione Termini – Esquilino, San Lorenzo, Via XX Settembre, fino al Pigneto – seguiti dall'area della periferia est del VI Municipio: Torre Angela, Tor Bella Monaca, Tor Vergata. Molto evidente è la prevalenze dei romanisti in tutto il centro storico – dal Celio a Trastevere – e in generale in tutta l’area centrale della città, fino a Testaccio da un lato, ovviamente, e più sorprendentemente per quanto detto, a Prati. - spiegano - Nella mappa compaiono anche diversi quartieri della cosiddetta periferia storica che sebbene relativamente parlando non figurano ai primi posti nel grafico, sono comunque a prevalenza giallo-rossa e anche molto densamente popolati, e quindi ospitano un gran numero di romanisti: Salario, Tuscolano, Quadraro, Centocelle, e praticamente tutto il quadrante orientale, fino i suoi bordi più esterni. Una sorpresa è Primavalle, che non figura tra i quartieri a maggiore presenza relativa di romanisti". 

romanisti-2-2

"Il pattern più evidente, tuttavia, non sembra tanto essere quello nord-sud, quanto quello centro-periferia. I quartieri più laziali sono infatti, in termini relativi (come riportato nel grafico), tutti decisamente periferici: Ciampino, Ostia, Settecamini, Bufalotta, Fidene, Salaria-Serpentara, Labaro, San Basilio. Quest’ultima è la zona che nella mappa, e quindi anche in numeri assoluti, mostra uno dei picchi più evidenti. - si legge - Picchi analoghi, sempre nella mappa, si riscontrano anche in aree relativamente più centrali, sebbene esterne al centro vero e proprio. In primo luogo si conferma la relativa consistenza di laziali nei quartieri di Roma nord che vanno da Medaglie d’Oro a Corso Francia, passando per Balduina e Vigna Clara, mentre altre zone di Roma nord sembrano più equilibrate, se non addirittura a prevalenza relativa di romanisti, come alcuni tratti della Cassia. D’altro lato, notevole risulta la presenza relativa di laziali nella zona di Roma sud che va da Ostiense a Portuense".

laziali-4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La mappa del tifo, quali sono i quartieri con più tifosi della Roma e della Lazio

RomaToday è in caricamento