rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Attualità

"Superhero Valley": il progetto dei ragazzi per i ragazzi per lavorare nelle grandi compagnie Big Tech

Superhero Valley è la community nata da quattro ragazzi che aiutano i loro coetanei a trovare lavoro presso le grandi aziende della Silicon Valley.

Quattro ragazzi e un obiettivo: aiutare i coetanei con fomrazione o esperienza nel mondo dell'informatica ad affrontare colloqui e lavorare per le grande compagnie Big Tech dei nostri tempi da Apple a Netflix, da Amazon a Microsoft. 

Con questo scopo è nata due anni fa la Community online di Superhero Valley, gratuita e senza scopo di lucro. A dar vita al progetto quattro giovani studenti di informatica dell’università di Pisa: Alessandro Berti (classe ‘94) di Piombino e Remo Andreoli  (classe ‘96) di Pontedera; il viterbese Luca Corbucci, (classe ‘95) e lo spoletino Eugenio Paluello, (classe ‘93).  Alessandro si trova al Fermilab di Chicago (USA), centro di ricerca statunitense, dove sta concludendo un semestre estero nel percorso di dottorato in computazione quantistica presso l’Università di Pisa; Remo è impegnato nel suo dottorato in ambito Cloud Computing presso la prestigiosa Scuola Superiore Sant’Anna, in collaborazione con i ricercatori di Ericsson Research; e Luca ha scelto di approfondire con un dottorato in Informatica presso L’Università di Pisa. Eugenio, invece, sta lavorando per una multinazionale in ambito Blockchain. 

Superhero Valley ora conta più di 1400 membri provenienti da tutta Italia e la qualità della formazione dei partecipanti è migliorata come spiega Remo: "Abbiamo aiutato a rendere il loro profilo professionale sempre più attraente per le grandi multinazionali della tecnologia mettendoli anche in contatto con molti ingegneri italiani che già lavorano in queste aziende e che possono spiegare questi lavori meglio di chiunque altro”. 

Da questo anno, è stato lanciato un programma di Mentorship in cui viene data la possibilità ad alcuni ragazzi e ragazze di essere seguiti durante il loro percorso formativo da un ingegnere di queste grandi aziende tecnologiche e infatti in questo periodo sempre più membri della community sono riusciti ad ottenere un lavoro proprio in queste grandi aziende.  

“Abbiamo una visione circolare" - appunta Alessandro - "e la nostra speranza è che i ragazzi e le ragazze, dopo mesi o anni di lavoro in questi contesti altamente specializzati, possano rientrare in Italia e portare con sé la mentalità e le competenze acquisite per contribuire allo sviluppo tecnologico delle aziende nostrane”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Superhero Valley": il progetto dei ragazzi per i ragazzi per lavorare nelle grandi compagnie Big Tech

RomaToday è in caricamento