Piramide Cestia: la proiezione del collettivo Ade per celebrare il funerale alla cultura

L'azione messa in atto nella notte tra venerdì e sabato su uno dei luoghi simbolo della città

Prima il Colosseo poi la Piramide Cestia: nuove proiezioni del collettivo ADE (Art Doesn't Expire - L'arte non scade) per dire sui monumenti della città per dire: “Quando i luoghi di cultura chiudono noi apriamo gli occhi”.

La proiezione avvenuta nelle scorse notti racconta una serie di ricerche online che riportano la chiusura di cinema, teatri e circoli artistici e culturali. La frase è l’invito del collettivo a portare l'attenzione sulla chiusura prolungata degli spazi dedicati all’arte e alla cultura. Una chiusura che, per gli ideatori della protesta, ha determinato un vuoto nella vita della nostra società e “nonostante questo viene lasciata in secondo piano nel dibattito pubblico.

La scelta della Piramide, monumento funerario per eccellenza, non è un caso: l’azione voleva infatti richiamare un suggestivo e spettacolare funerale della cultura” hanno spiegato dal collettivo. Il video si conclude con la frase "BEST BEFORE 12.01” I ragazzi, che non hanno rilasciato informazioni sulle prossime azioni in programma, garantiscono che questo percorso è solo all’inizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Adriano Urso, il pianista rimasto senza lavoro per il Covid e morto per infarto durante una consegna come rider

  • Tragedia a Roma, madre e figlio trovati morti in casa: indaga la polizia

Torna su
RomaToday è in caricamento