Attualità Centro Storico / Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica: metro ferma da quattro mesi, commercianti sul piede di guerra

Le dichiarazioni dei commercianti

Sono quattro mesi che Piazza della Repubblica non è servita dalla metro, dalla partita di Champions tra AS Roma e Cska di Mosca dello scorso 23 ottobre, quando si verificò il crollo della scala mobile sulla quale si trovavano tifosi russi.

Tra controlli, manutenzione e collaudi, il quartiere si è svuotato a poco a poco e i negozianti sono sul piede di guerra. A complicare il quadro l’abbandono della zona.

"La fontana è sprovvista d’acqua dalla scorsa estate e la sera i senza tetto rannicchiati sotto il porticato creano disagio per i pochi passanti rimasti. La Feltrinelli, Castroni, la farmacia, gli alberghi e i ristoranti in via Nazionale, tutti hanno stimato grosse perdite", segnala un barista del luogo. Qualche responsabile ha dovuto licenziare i dipendenti.

“Prima si chiudeva a mezzanotte, lei vede gente in questo momento?”, dichiara un ristoratore. Erano le 20.00. “Abbiamo avuto un incontro. Nessuno ci dà notizie, la sera qui non gira più nessuno perché i disagi sono enormi. Siamo esasperati e insieme a un pool di avvocati stiamo preparando una denuncia alla Procura. Siamo pronti a dar luogo ad una manifestazione forte se non risolvono al più presto”, spiega la moglie dell'uomo che gestisce un ristorante tra piazza della Repubblica e via Nazionale.

Intanto è stato costituito un comitato che ingloba commercianti, residenti e chiunque sposi la causa. In tanti stanno firmando la petizione per denunciare e ottenere risposte sulle tempistiche di ripristino della fermata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza della Repubblica: metro ferma da quattro mesi, commercianti sul piede di guerra

RomaToday è in caricamento