Attualità

Centinaia di cittadini a Passo Civico sul Tevere: "Proposte, progetti e competenze al servizio della Capitale"

Passeggini, bambini, donne e uomini. Centinaia di cittadini, nonostante il maltempo, domenica mattina hanno deciso di sfilare sulla banchina destra del Tevere a “Passo civico” per dare il segnale di un impegno concreto per Roma. Si sono dati appuntamento alle 10 sotto Ponte Risorgimento e da lì sono arrivati fino a piazza Tevere sotto i murales di Kentridge. 

Quattro chilometri di passeggiata sotto i dieci ponti più suggestivi della Capitale: Ponte Matteotti, Ponte Pietro Nenni, Ponte Regina Margherita, Ponte Cavour, Ponte Umberto, Ponte S. Angelo, Ponte Vittorio Emanuele II, Ponte Principe Amedeo, Ponte Mazzini. Tra i partecipanti insegnanti, studenti, impiegati, liberi professionisti, persone che hanno deciso di mettere a servizio della città le proprie competenze. 

A sfilare anche molte mamme, scese in strada per manifestare impegno civico e voglia di costruire una città migliore per i loro figli. "Ogni giorno cerco di coniugare l’impegno professionale con il ruolo di madre - dichiara Sara Frazzingaro, socia di Passo Civico - Comitato per Roma  - ho deciso di contribuire, in prima persona, a questa iniziativa per migliorare la città in cui vivo e in cui crescono i miei bimbi. Vorremmo più servizi e meno difficoltà strutturali e logistiche". 

Con guanti e sacchi forniti dal comitato, i partecipanti hanno raccolto i rifiuti incontrati sul percorso. Tra questi anche una bicicletta del servizio di bike sharing della Capitale. Un gesto simbolico, quello di ripulire la riva del Tevere, che da subito vuole mostrare il carattere operativo di Passo Civico che dopo questo primo step si metterà a lavoro per elaborare le proposte su cui lavorare. L’obiettivo è di preparare da qui a novembre dei progetti da presentare all’amministrazione comunale. Gli hashtag di riferimento sono #PrendiamociCuraDiRoma, #PensiamoAMisuraDiBambino, #ProgettiamoOpportunità

"Facciamo appello alle laboriose intelligenze collettive per ripensare la città in cui abbiamo scelto di vivere - afferma Antonio De Napoli, presidente di Passo Civico - Vogliamo prenderci cura di Roma e affrontare i temi che ci stanno a cuore, dal costruire una città a misura di bambino al far diventare vivibile Roma, dalle nuove opportunità produttive all’inclusione sociale. Il tutto in rete, grazie alla collaborazione con tante realtà genuinamente civiche, e online grazie al sito www.passocivico.org che nei prossimi mesi diventerà strumento di consultazione". 

Presenti alcuni volontari del Comitato della Croce Rossa Italiana dei Municipi II e III di Roma. Tra i partecipanti anche Gianluca Ricci, Presidente di Cuore Digitale e l’architetto Luca Zevi, Presidente di Tevereterno Onlus: "Ringraziamo i volontari di Passo Civico. C’è bisogno di un impegno in prima persona per tutelare le bellezze della città". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di cittadini a Passo Civico sul Tevere: "Proposte, progetti e competenze al servizio della Capitale"

RomaToday è in caricamento