rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Sanità / Tor Vergata / Via Cesare Brandi

Una nuova Casa Ail per i pazienti ematologici al policlinico Tor Vergata: sarà pronta in autunno

L'edificio sorgerà nelle vicinanze del centro ospedaliero, in via Cesare Brandi. Sono iniziati i lavori di ristrutturazione per aprire a ottobre

Al policlinico Tor Vergata una nuova casa Ail (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma) accoglierà dal prossimo autunno i pazienti ematologici che non risiedono nella Capitale. L’edificio della nuova “Residenza Oriana Daniello” è situato in via Cesare Brandi, nelle immediate vicinanze del centro ospedaliero, ed è stata acquistato da Ail Roma grazie alla generosa donazione della mamma di Oriana, scomparsa prematuramente.

I primi ospiti a ottobre 

Un dono speciale, quello della madre di Oriana Daniello, che permetterà ai pazienti con malattie ematologiche neoplastiche non residenti a Roma di poter essere ospitati gratuitamente insieme a un accompagnatore, per tutto il periodo di cura. La residenza sorgerà in una villetta a schiera con giardino, che potrà accogliere fino a tre famiglie di pazienti in contemporanea, garantendo ad ognuno un ambiente protetto e familiare: una camera privata con due letti e bagno e la disponibilità di spazi comuni come soggiorno, cucina, taverna e giardino. Ail Roma ha avviato alcuni importanti lavori di ristrutturazione per accogliere i primi pazienti dal prossimo ottobre. Un progetto importante, reso possibile grazie all’impegno della sede nazionale Ail che ha permesso la donazione della mamma di Oriana per l’acquisto dell’immobile. Un progetto a cui sono state dedicate anche molte delle attività di raccolta fondi dell’Ail Roma di questo semestre, con il claim ‘Mattone dopo mattone, costruiamo speranza’. L’esigenza di una casa alloggio è particolarmente sentita dall’ Unità operativa complessa di Ematologia, diretta dal professor Adriano Venditti, che ha spesso in cura pazienti residenti in province diverse da Roma, provenienti da altre regioni e in alcuni casi anche da altre nazioni, per soggiorni anche lunghi, connessi ai cicli di terapia e alla necessità di cure prossimali in stretta contiguità assistenziale. Il Policlinico di Tor Vergata si trova, infatti, nella zona Nord est di Roma, non facilmente raggiungibile.

Il modello 

La nuova residenza accoglierà il modello della Casa Ail – Residenza Vanessa di via Forlì, afferente alla UOC di Ematologia del Policlinico Umberto I diretta dal professor Massimo Martelli. Un modello che si è rivelato virtuoso in oltre 30 anni di attività e che prevede che sia la stessa struttura sanitaria a segnalare all’associazione i pazienti non residenti a Roma che necessitano di ospitalità per seguire le terapie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova Casa Ail per i pazienti ematologici al policlinico Tor Vergata: sarà pronta in autunno

RomaToday è in caricamento