rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità

Freddo a Roma, la Capitale si prepara al rischio neve e ghiaccio: l'ordinanza di Raggi

La Sindaca, in caso di neve, ordina di autorizzare i tassisti "a protrarre l'orario di lavoro anche oltre i normali turni"

Rubinetti aperti in caso di brusco abbassamento della temperatura, al di sotto dello zero, per evitare il congelamento, marciapiedi da tenere puliti in caso di neve, un piano "speditivo per rischio neve e ghiaccio" redatto dalla Protezione Civile e una ordinanza firmata dalla Sindaca Virginia Raggi.

Roma non vuole farsi trovare impreparata in vista delle ondate di grande freddo di fine 2020 e inizio 2021 in caso di "precipitazioni nevose e ondate di grande freddo, con conseguente formazione di ghiaccio".  

L'ordinanza di Raggi firmata ad inizio dicembre, traccia una serie di linee guida da seguire in caso di neve: "i proprietari e gestori di stabili, durante e dopo le nevicate, dalle 8 alle 20, dovranno tenere sgomberi dalla neve i marciapiedi antistanti agli stabili stessi per una lunghezza di due metri".

Ancora, sull'acqua potabile. "Nel caso di brusco abbassamento della temperatura al di sotto degli zero gradi, si raccomanda di tenere aperto il rubinetto di utilizzazione più vicino al contatore o alla bocca di erogazione o al tubo di ingresso idrico dello stabile, per evitare il congelamento e la conseguente rottura delle tubazioni idriche". 

L'ordinanza della Sindaca Raggi

Quindi la sindaca ordina al Direttore della Politiche Sociali di "adottare e coordinare appropriati interventi con particolare riguardo ai senza fissa dimora" in caso di "grande freddo", in caso di "ghiaccio" invece Raggi ordina al Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana, nonché ai singoli municipi e alle aziende erogatrici di pubblici servizi di "porre in essere adeguati interventi finalizzati alla salvaguardi dell'incolumità delle persone e alla perservazione dei beni". 

In caso di neve, inoltre, gli uffici e gli enti del Comune di Roma dovranno attenersi al piano "speditivo per rischio neve e ghiaccio" redatto dalla Protezione Civile (si può scaricare qui).

Non solo, in tutte le strade, tranne specifici divieti, si potrà circolare solo ai veicoli "provvisti di pnaumatici invernali", e infine di "provvedere ad autorizzare tutti i conducenti di taxi a protrarre l'orario di lavoro anche oltre la normale pianificazione dei turni prevista dalle vigente regolamentazione". Chi non rispetta l'ordinanza sarà multato dalla Polizia Locale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freddo a Roma, la Capitale si prepara al rischio neve e ghiaccio: l'ordinanza di Raggi

RomaToday è in caricamento