Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità Esquilino / Piazza Vittorio Emanuele II

Esquilino, Salvini sui muri di piazza Vittorio: il murale contro la legge sulla legittima difesa

L'opera, apparsa nella notte, è firmata dall'artista Sirante: "Più armi vi sono in circolazione, più la società si sentirà insicura"

Salvini in tenuta da selfie, con felpa della polizia, sorriso e cellulare in una mano. Sullo sfondo una scatola contenente pistole e un messaggio: "Non siamo in grado di garantire la tua sicurezza. Proteggiti. Ogni abuso verrà giustificato e premiato". Sorpresa all'Esquilino dove a piazza Vittorio è apparsa un'installazione raffigurante il vicepremier. Sotto i portici, all'altezza del civico 98, l'attenzione di residenti e lavoratori che frequentano il quartiere è stata catturata dall'opera, oggetto di scatti e selfie dei curiosi. 

A firmarla Sirante, street artist romano che dell'anonimato ha fatto la sua caratteristica distintiva: completamente bardato gli si vedono appena gli occhi. Sua anche l'opera I bari, raffigurante in chiave caravaggesca Luigi Di Maio, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. Ieri come oggi usa colla e carta per non rovinare i muri della città. Giusto il tempo di far scattare foto e selfie e far passare il messaggio. 

Stavolta su facebook, con un post, ha rivendicato la sua opera, ribattenzandola "Legittima violenza". Si legge nel post: “Continua con la proposta di legge sulla legittima difesa, la scia di insegnamenti all'odio del ministro degli interni. Una legge molto pericolosa che da il via alla corsa per la detenzione di armi, che mette a rischio la sicurezza di tutti noi ve che attacca principi giuridici. Più armi vi sono in circolazione più la società si sentirà insicura. Voi che credete che più armi siano sinonimo di sicurezza, guardate l'America, guardate alle centinaia di vite spezzate ogni anno. il binomio odio/armi, dovrebbe far paura a tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esquilino, Salvini sui muri di piazza Vittorio: il murale contro la legge sulla legittima difesa

RomaToday è in caricamento