menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Focolaio di contagi da operatori no vax: morti due anziani. Aperta un'inchiesta

A perdere la vita due anziani, di 87 e 95 anni. La procura di Rieti ha aperto un fascicolo d'inchiesta

Sono morti due degli anziani finiti contagiati all'interno di una Rsa di Fiano Romano a seguito del contatto con un operatore sanitario che aveva rifiutato la vaccinazione. A riportare la notizia il Corriere della Sera Roma. A perdere la vita due anziani di 87 e 95 anni, morti a seguito delle complicazioni provocate dal virus. 

A scatenare il focolaio di contagi (27 pazienti e 3 operatori), sarebbe stata un'operatrice socio-sanitaria che, nei giorni scorsi, non si era voluta far vaccinare. E non sarebbe l'unica perché, l'inoculazione, gli Oss della struttura l'hanno rifiutata in massa, "per paura". La procura di Rieti, titolare per territorio, ha aperto un fascicolo di inchiesta, al momento contro ignoti e senza ipotesi di reato, per far luce su quanto accaduto nella struttura. 

Del fascicolo farà parte anche l'indagine epidemiologica aperta dall'asl Rm4 dalla quale emergerebbe chiaramente l'origine dei contagi.

All'indomani della notizia del contagio Roberto Agresti, responsabile della casa di Riposo e Riabilitazione di via Venezia a Fiano Romano, aveva dichiarato all'Adnkronos: "Quando è venuta la Asl per la prima dose, anche io ho fatto il vaccino proprio per dare l'esempio - dice Agresti - Credo che chi fa l'operatore sociosanitario, l'infermiere o opera in questi contesti, dovrebbe proteggere se stesso ma anche gli altri. Spero che il presidente Draghi faccia questo decreto al più presto. Anzi secondo me andava fatto prima. Quello che è successo qui da me sarebbe stato molto più contenuto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento