rotate-mobile
Attualità

Sharing gratis con l'abbonamento metrebus, Bird aggiorna le regole dopo la segnalazione di un lettore

L'utente non riusciva a beneficiare delle tre corse gratuite giornaliere riservate agli abbonati metrebus

Le nuove regole avevano sancito la “pace” tra Roma Capitale e gli operatori della micromobilità in sharing, Lime, Dott e Bird. Nonostante il bando per la gestione non abbia compiuto nemmeno un anno, già dopo pochi mesi dal suo avvio gli affidatari del servizio avevano evidenziato le loro difficoltà nel sostenere, nel breve e lungo periodo, il “successo” delle corse gratuite per chi ha un abbonamento Metrebus. Un’agevolazione che permetteva di utilizzare un pacchetto di corse mensili assolutamente gratuite e che coinvolge circa il 40% dell’utenza. Roma Capitale ha deciso quindi di andare incontro agli operatori, prevedendo al massimo tre corse gratuite al giorno. C’è chi, però, aveva interpretato queste regole in maniera decisamente particolare.

Le richieste

A febbraio 2024, nel corso di un’audizione in commissione mobilità, Lime Dott e Bird erano stati chiari: il sistema delle corse gratuite non è sostenibile. In un primo momento, l’assessore alla mobilità di Roma, Eugenio Patanè, aveva assicurato che le regole non sarebbero cambiate.

Le disattivazioni

Dopo quel confronto, gli utenti hanno cominciato a lamentare una serie di disattivazioni dei loro abbonamenti gratuiti. Venivano, infatti, disattivati degli account per soste errate ed altri problemi che gli abbonati, invece, giudicavano pretestuose. Anche alla redazione di RomaToday, che ha seguito da subito la vicenda, sono arrivate numerose segnalazioni.

L’accordo

Alla fine si è giunti ad un accordo tra Roma e gli operatori mettendo, quindi, un limite giornaliero agli utilizzi gratuiti e un freno alle disattivazioni. Ogni mese si possono effettuare 80 corse utilizzando l’abbonamento Metrebus ma solo 3 volte al giorno

Le regole per l'utilizzo gratuito dei monopattini

Nuove segnalazioni

Finita qui? Assolutamente no. C’è chi, infatti, ha voluto interpretare queste regole. Un lettore, infatti, ci ha segnalato un problema che ha avuto con Bird. L’utente, oltre a lamentare il cambiamento dei termini di utilizzo, sosteneva che le tre corse giornaliere, in realtà, non si potevano effettivamente utilizzare nelle 24 ore solari.

A tal proposito Bird spiegava all’’utente come funzionerebbe, condizionale d’obbligo, l’agevolazione con le nuove regole: “Se hai effettuato le corse alle: 12:30, 12:45 e 13:00, la prossima corsa gratuita sarà alle 12:31 del giorno successivo. Se il giorno dopo fai 2 corse alle: 12:31 e alle 12:46, queste sono gratuite ma se la 3a è alle 12:59 ti verrà addebitata perché le 24 ore si calcolano dalla corsa effettuata alle 13:00 del giorno prima. Le condizioni sono state aggiornate nell'app, non appena ci è stata comunicata dal Comune di Roma”.

Potete inviare le vostre segnalazioni sul tema a romatoday@citynews.it

Contattata da RomaToday, Roma servizi per la mobilità ha sollecitato l'operatore “che ha provveduto ad aggiornare il sistema. Ora, ha garantito, il computo delle 3 corse giornaliere avviene correttamente nell'arco delle 24 ore solari”. Insomma, le cose non stavano come sosteneva Bird. Quanto accaduto è probabilmente il sintomo di un servizio che la cittadinanza apprezza ma che, come sostenuto dagli operatori, a lungo andare risulta economicamente difficile da sostenere per chi lo gestisce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sharing gratis con l'abbonamento metrebus, Bird aggiorna le regole dopo la segnalazione di un lettore

RomaToday è in caricamento